Home Attualità

Facebook: ecco quali informazioni rimangono cancellando l’account

CONDIVIDI

Sono in molti quelli che hanno pensato di cancellare il proprio account di Facebook dopo lo scoppio dello scandalo Cambridge Analytica, ma qualora decideste di cancellare il vostro profilo quali sarebbero i dati che rimarrebbero in possesso di Zuckerberg?

Facebook: ecco quali informazioni rimangono cancellando l'account

In un precedente articolo vi abbiamo spiegato come fare a cancellare l’account Facebook in maniera permanente. Prima di farlo è utile chiedere un backup dei propri dati per analizzare quali sono le informazioni che avete lasciato nel corso degli anni su di voi e sono rimaste in possesso. Farlo è semplice ed è lo stesso Facebook che vi guida con una pagina dedicata nel processo di scaricamento dei dati dove sono presenti delle semplici indicazioni. Una volta completato il processo avrete una panoramica dei dati che nel corso degli anni avete regalato a Zuckerberg.

I dati in possesso di Facebook una volta cancellato l’account

VIDEO NEWSLETTER

La prima cosa che balza all’occhio sono i dati presenti nella vostra schermata profilo, qui ci sono informazioni che abbiamo deciso di consegnare volontariamente a Facebook, come età, sesso, data di nascita, tipologia di studi affrontati, attività lavorative svolte ma anche interessi personali come la musica preferita, i film e le serie tv che vi hanno lasciato un segno, così come indicazioni su marche preferite, libri letti, orientamento religioso e stato sociale, insomma una panoramica abbastanza identificativa della vostra persona.

Ma se questi sono i dati che avete fornito volontariamente a Facebook nel corso degli anni ce ne sono altri che avete concesso involontariamente (o perlomeno senza rifletterci). Prima di tutto la vostra timeline, su questa permangono tutti i post, i link e gli stati d’animo che avete pubblicato durante la vostra permanenza sul social network. Quindi tutte le app che avete utilizzato attraverso Facebook, le quali, se avete concesso i diritti di importazione dei dati, posseggono informazioni importanti su di voi.

Inoltre rimarrà per intero la vostra lista amici, quelli che avete aggiunto e che non vi hanno accettato la richiesta, quelli a cui non l’avete accettata voi e le persone che avete seguito. Ma il dato forse più allarmante riguarda le conversazioni: queste rimarranno per intero nel database sia che siano state fatte con un amico o all’interno di un gruppo. Questione non secondaria sulla privacy è la presenza della vostra rubrica telefonica e dei vostri sms: se avete uno smartphone android, infatti, è possibile che abbiate accettato senza farci caso di far gestire i vostri messaggi e le vostre chiamate all’app Messenger di Facebook, in quel caso saranno presenti anche tutti i numeri di telefono in rubrica, gli sms ed il registro chiamate.

Stiamo parlando dunque di una mole di dati massiccia (che varia da persona a persona) che offre un quadro completo sulla vostra persona. Le domande a questo punto sono due, la prima è: cosa se ne fa Facebook di questi dati? La conclusione primaria è che li venda alle aziende per inserire pubblicità mirate, ma se non fosse solo questo? La seconda riguarda il grado di compromesso che siamo intenzionati ad accettare per avere accesso ad alcuni benefit che Facebook offre: vale la pena offrire una panoramica di se stessi a chi che sia per rimanere “collegati” al mondo?