Home Dieta e Alimentazione

Due settimane e 10 step per disintossicarsi

CONDIVIDI
disintossicarsi 10 step
iStock Photo

La primavera è il momento ideale per disintossicarsi. Ecco i dieci step da seguire per farlo in circa due settimane e senza sforzi eccessivi.

Per fare un rest del proprio organismo non è necessaria una vera e propria dieta:possono bastare appena due settimane e un elenco di cibi da cui tenersi alla larga per tutto il periodo, oltre a quelli a cui affidarsi.

La primavera potrebbe essere il momento ideale per fare un tentativo. Ecco allora l’elenco dei 10 no e sì da dire a tavola per queste due settimane: inizialmente potrebbe essere dura ma appena qualche giorno e scoprirete che si tratta di rinunce più che fattibili e scoprirete un elenco di alternative particolarmente valide.

VIDEO NEWSLETTER

10 step per disintossicarsi

disintossicarsi in 10 step
iStock Photo

Seguire i seguenti 10 consigli è un ottimo modo per iniziare e garantirsi che il proprio percorso per disintossicarsi sia semplice, rapido ed efficace. Provare per credere!

1 – Addio zucchero

Che sia bianco o integrale poco cambia: finisce diretto nel sangue e non fornisce alcun apporto nutriionale degno di questo nome. Meglio allora puntare su stevia, miele o zucchero grezzo di canna (quello simile a sabbia per capirci)

2 – No al glutine

I cibi raffinati sono poveri di nutrienti e rilasciano gli zuccheri in tempi rapidissimi: ecco alllora che al picco energetico istantaneo segue un altrettanto repentino calo delle forze. Meglio alora optare per il grano saraceno, l’orzo, il farro, il miglio, il riso, meglio se integrale.

3 – Niente latticini

Tanti grassi saturi e, quindi, tanti chili di troppo, senza considerare le difficoltà digestive che influenzano molti di noi. Potrete sostituire il latte classico con quello d’avena o di mandorla e per un periodo rinunciare al latticini in toto.

4 – Stop alla carne rossa

Per ridare forza all’apparato digerente mglio fare a meno di questi prodotti ricchi di proteine ma anche di grassi e che prevedono un super lavoro per i reni. Pesce e carni magre sono da preferire senza dubbio.

5 – Metti in pausa i caffè

A rendere il caffè nostro nemico è l’acido benzoico, un elemento chimico che ha un effetto tossico e disidratante sul corpo: alza gli zuccheri nel sangue in modo molto rapido e agisce sulle ghiandole surrenali provocando squilibri ormonali. Stanchezza, irritabilità, incontinenza e invecchiamento precoce sono le conseguenze della tanto amata caffeina

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Dieta detox del weekend: un po’ di relax al nostro apparato digerente

6 – Sì all’acqua no al gas

Almeno 8 bicchieri al giorno lontano dai pasti sono il minimo apporto di acqua accettabile per il corpo. Evitate però quella troppo frizzante: ha un potere acidificante che sarebbe meglio evitare.

7 – Poco sale

Sei grammi al giorno è il massimo quantitativo concesso per non alzare la pressione o provocare disturbi cardiaci e disfunzioni renali. Se possibile prediligiamo il sale integrale e occhio alle etichette dove l’apporto di sodio è sempre indicato.

8 – Una cena liquida

Zuppe o estratti di verdura sono ideali per favorire la depurazione dalle scorie accumulate nell’organismo. Ideale poi cenare presto e andare a letto non troppo tardi così che il fegato e la cistifellea possano svolgere la loro azione detox tra le 23.30 e le 2 del mattino.

9 – Cibi freschi

Grassi e zuccheri pullulano nei cibi trattati e raffinati. Meglio allora puntare sui validi nutrienti dei cibi freschi, soprattutto delle verdure, ottime per rafforzare la salute e il sistema immunitario, oltre a favorire la digestione e l’eliminazione di tossine e scorie.

10 – Sport

E’ il consiglio extra, da seguire non solo per queste due settimana ma sempre e comunque. Allenarsi almeno tre volte a settimana o svolgere un po’ di moto ogni giorno è una scelta che prevede vantaggi a non finire tra cui favorire la circolazione, abbassare il colesterolo e aiutare l’intestino a lavorare in maniera efficiente.

Fonte: www.huffingtonpost.it