Home Senza categoria

Google Home, arriva in Italia il primo assistente virtuale domestico

CONDIVIDI

Oggi è stato presentato da Google il primo assistente virtuale domestico ad arrivare in Italia: Google Home. L’intelligenza artificiale dell’azienda americana può assolvere molti compiti e verrà venduto ad un prezzo relativamente basso a partire dal 27 marzo.

Google Home, il primo assistente domestico virtuale ad arrivare in Italia

Sin da quando abbiamo posato gli occhi sul capolavoro fantascientifico di Kubrick ‘2001 Odissea nello Spazio‘, la nostra fantasia ha vagato immaginando un giorno di poter fare affidamento su un tutto fare tecnologico in grado di obbedire ai nostri comandi e facilitarci la vita (chiaramente sperando che non impazzisca come nel film). Ad oggi non era stato commercializzato niente di simile, anche se da tempo le grosse aziende che gravitano nel campo della tecnologia lavorano ad un assistente domestico virtuale da tenere in casa. Con la presentazione odierna di Google Home abbiamo fatto un passo verso quella direzione, sia chiaro siamo ancora agli albori della tecnologia e le funzionalità dell’assistente virtuale sono limitate, ma per i “tecnoentusiasti” si tratta di un gadget imperdibile.

Google Home non è ancora pronto a sostenere conversazioni

In cosa consiste Google Home? Presto detto, si tratta di un assistente tecnologico in grado di compiere alcune azioni attraverso un comando vocale. All’utilizzatore basterà pronunciare la frase ‘Ok Google’ per attivare l’IA dell’assistente e richiedere una ricerca su internet. La funzione principale sarà quella di selezionare ed ascoltare della musica di vostro gradimento solo attraverso un comando vocale (motivo per cui è stata implementata una cassa), ma Google Home è versatile e vi potrà fornire aggiornamenti sul meteo, sugli orari dei bus, darvi informazioni sui voli, leggervi le notizie del giorno o tradurvi delle frasi in diverse lingue (caratteristica niente male se avete ospiti stranieri e dovete sostenere una conversazione).

Siamo di fronte ad un oggetto tecnologico avanzato che presto potrebbe divenire un compagno in sostituibile per molti, dato anche il costo ridotto (verrà commercializzato a 149 euro). Al momento, però, non può sostenere conversazioni molto complicate, come spiegato dal vice presidente di Google, Suveer Kothar: “Non è facile per una Ai comprendere di cosa si sta parlando se alcuni elementi sono sottintesi o vaghi. Ma stiamo facendo passi in avanti sensibili da questo punto di vista”. Per ogni curiosità riguardante  Google Home potete consultare la pagina ufficiale sul Google Store.