Home Stasera in TV

David di Donatello 2018, c’è anche Dissenso Comune: le anticipazioni di stasera

CONDIVIDI
David di Donatello 2018
I David di Donatello (Getty Images)

Mercoledì 21 marzo. Sulla carta è il primo giorno di primavera (ma anche no, a guardare il tempo) ma è anche il giorno dei David Di Donatello 2018, con una notizia particolare: ci sarà anche Dissenso Comune a questi David di Donatello. Una serata speciale per la consegna di uno dei premi cinematografici più importanti in Italia, una di quelle manifestazioni che possono tranquillamente essere considerate un po’ come gli Oscar italiani. Tante novità per questa nuova edizione, a partire dal sostegno al Dissenso Comune contro le molestie sulle donne. Dissenso comune sarà ai David di Donatello in quanto i candidati al premio sono stati ricevuti stamattina, come da tradizione, dal presidente della Repubblica al Quirinale, e tutti hanno deciso di presentarsi con un espediente atto a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema molestie.

Ma cos’è Dissenso Comune? Dissenso Comune è il manifesto contro le molestie e la discriminazione delle donne sul lavoro, firmato il primo febbraio scorso da 124 attrici e operatrici del mondo dello spettacolo. Al Quirinale non solo le attrici firmatarie, ma anche i colleghi uomini (anzi, la maggioranza di essi) hanno indossato la spilletta rappresentativa di Dissenso Comune. Da Alessandro Borghi di Napoli Velata di Ozpetek fino ai Manetti Bros, che hanno il record di candidature con Ammore e Malavita, sono stati tantissimi a presentarsi con la spilletta che celebra il manifesto contro le molestie sulle donne.

Dissenso Comune ai David di Donatello: ecco le altre novità del premio

David Donatello 2018

Dissenso Comune sarà ai David di Donatello, un motivo in più per guardare questa storica manifestazione. La premiazione dei David andrà in onda mercoledì 21 marzo in prima serata, alle 21.25 su Raiuno. A condurli Carlo Conti per questa sessantaduesima edizione, che torna alla Rai dopo due anni di militanza Sky. La serata più importante degli “Oscar italiani” vedrà sul palco grandi ospiti italiani e star internazionali, fra cui Steven Spielberg, che riceverà il David alla Carriera da Monica Bellucci. Parlavamo di Ammore e Malavita, che è stato presentato in anteprima al Festival di Venezia e che rischia di essere protagonista assoluto di questi David: ben 15 le nomination per il film dei Manetti Bros. Doppia candidatura, invece, per Alessandro Borghi, che è stato candidato come Miglior Attore Protagonista in Napoli Velata di Ozpetek ma ha ricevuto anche la nomination come Non Protagonista in Fortunata di Sergio Castellitto.

David di Donatello 2018, tutte le nomination

Vi proponiamo di seguito la lista completa delle nomination ai David di Donatello 2018, che avranno luogo stasera, 21 marzo, e saranno trasmessi su RaiUno.

Ecco tutte le candidature dei David di Donatello 2018

MIGLIOR FILM
A Ciambra
Ammore e malavita
Gatta Cenerentola
La tenerezza
Nico, 1988

MIGLIOR REGIA
Jonas Carpignano (A Ciambra)
Manetti Bros. (Ammore e Malavita)
Gianni Amelio (La tenerezza)
Ferzan Ozpetek (Napoli velata)
Paolo Genovese (The Place)

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE
Cosimo Gomez (Brutti e cattivi)
Roberto De Paolis (Cuori puri)
Andrea Magnani (Easy – Un viaggio facile facile)
Andrea De Sica (I figli della notte)
Donato Carrisi (La ragazza nella nebbia)

MIGLIORE SCENEGGIATURA ORIGINALE
A Ciambra
Ammore e malavita
La ragazza nella nebbia
Nico, 1988
Tutto quello che vuoi

MIGLIORE SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
La guerra dei cafoni
La tenerezza
Sicilian Ghost Story
The Place
Una questione privata

MIGLIOR PRODUTTORE
A Ciambra
Ammore e malavita
Gatta Cenerentola
Nico, 1988
Smetto quando voglio Saga

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA
Paola Cortellesi (Come un gatto in tangenziale)
Jasmine Trinca (Fortunata)
Valeria Golino (Il colore nascosto delle cose)
Giovanna Mezzogiorno (Napoli velata)
Isabella Ragonese (Sole cuore amore)

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Antonio Albanese (Come un gatto in tangenziale)
Nicola Nocella (Easy – Un viaggio facile facile)
Renato Carpentieri (La tenerezza)
Alessandro Borghi (Napoli velata)
Valerio Mastandrea (The Place)

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA
Claudia Gerini (Ammore e malavita)
Sonia Bergamasco (Come un gatto in tangenziale)
Micaela Ramazzotti (La tenerezza)
Anna Bonaiuto (Napoli velata)
Giulia Lazzarini (The Place)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Carlo Buccirosso (Ammore e malavita)
Alessandro Borghi (Fortunata)
Elio Germano (La tenerezza)
Peppe Barra (Napoli velata)
Giuliano Montaldo (Tutto quello che vuoi)

MIGLIOR AUTORE DELLA FOTOGRAFIA
A Ciambra
Malarazza – Una storia di periferia
Napoli velata
Sicilian Ghost Story
The Place

MIGLIORE MUSICISTA
Ammore e malavita
Gatta Cenerentola
La tenerezza
Napoli velata
Nico 1988

MIGLIORE SCENOGRAFO
Ammore e malavita
Brutti e cattivi
La ragazza nella nebbia
La tenerezza
Napoli velata
Riccardo va all’inferno

MIGLIORE COSTUMISTA
Agadah
Ammore e malavita
Brutti e cattivi
Napoli velata
Riccardo va all’inferno

MIGLIOR TRUCCATORE
Ammore e malavita
Brutti e cattivi
Fortunata
Napoli velata
Nico 1988
Riccardo va all’inferno
MIGLIOR ACCONCIATORE
Ammore e malavita
Brutti e cattivi
Fortunata
Nico 1988
Riccardo va all’inferno
MIGLIORE MONTATORE
A Ciambra
Ammore e malavita
La ragazza nella nebbia
Nico 1988
The Place
MIGLIOR SUONO
A Ciambra
Ammore e malavita
Gatta Cenerentola
Napoli velata
Nico 1988

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI

Addio fottuti musi verdi
Ammore e malavita
Brutti e cattivi
Gatta Cenerentola
Monolith

MIGLIOR DOCUMENTARIO

’78 – Vai piano ma vinci
Evviva Giuseppe
La lucida follia di Marco Ferreri
Saro
The Italian Jobs

MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA

120 battiti al minuto
Borg McEnroe
Elle
Loving Vincent
The Square

MIGLIOR FILM STRANIERO

Dunkirk
L’insulto
La La Land
Loveless
Manchester by the Sea

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

Bismillah
Confino
La giornata
Mezzanotte zero zero
Pazzo & Bella