Home Attualità

Morte di Astori, la Nazionale decide una maglia celebrativa

CONDIVIDI

davide astori morto

La morte di Davide Astori è ancora vivida e dolorosa in ognuno di noi, in tutti gli appassionati di calcio e anche oltre. Tante persone anche fra chi non segue il calcio si sono appassionate alla storia di questo sfortunato ragazzo di 31 anni, che lo scorso 4 marzo ci ha lasciati improvvisamente, andando a dormire una notte senza però svegliarsi mai più. E’ accaduto a Udine, alla vigilia di Udinese-Fiorentina, e da quel momento il calcio non è più stato lo stesso.

La morte di Astori ha colpito tantissimo anche suoi ex compagni di squadra e di Nazionale, dove Davide era stato ben 58 volte. In molte occasioni solo la convocazione, solo la presenza in un gruppo che era ormai anche il suo, senza scendere in campo. Le presenze con l’Italia di Davide Astori, infatti, sono state soltanto 14, ma era un amico per tanti esponenti azzurri che ora lo ricordano con grande commozione.

Morte di Astori, la Nazionale si muove: maglia celebrativa e commemorazione

buffon addio a davide astori

E così anche la Nazionale ha deciso di ricordare la morte di Davide Astori a 15 giorni dall’accaduto, al primo raduno disponibile. La ‘prima’ di Gigi Di Biagio da ct dell’Italia è inevitabilmente legata anche al nome di Astori, che avrebbe sicuramente fatto parte di questo gruppo come uno dei più esperti. Il 23 e il 27 marzo, in occasione delle amichevoli contro Argentina e Inghilterra, i giocatori dell’Italia indosseranno una maglia speciale in memoria dello sfortunato capitano della Fiorentina.

Un tributo sentito e doveroso per un amico di tanti calciatori azzurri. Anche Di Biagio ha ricordato la morte di Astori nel corso della prima conferenza stampa da ct: “C’è un clima strano, è come se mancasse qualcosa – ha detto Di Biagio – Davide l’ho conosciuto quando il ct era Prandelli e ho avuto modo di capire che persona fosse. Adesso però dobbiamo provare a normalizzare tutto, altrimenti rischia di essere tutto troppo devastante”. Le iniziative per ricordarlo di certo non mancheranno.