Home Attualità

Laura Petrolito, il padre disperato: “L’ha uccisa come si uccide un animale, senza lei morirò”

CONDIVIDI

Andrea Petrolito, il papà della povera Laura, mamma di 20 anni, uccisa a coltellate e gettata in pozzo come si fa con una scarpa vecchia, ha parlato a Pomeriggio Cinque, trasmissione guidata da Barbara D’Urso. La ragazza, aveva un bimbo di 8 mesi, e per la famiglia, questa morte prematura causata dal suo fidanzato, è stata subito uno strazio: “Non potevo arrivare a pensare che fosse un mostro così, si è manifestato adesso in tutto quello che era, mia figlia non mi parlava della sua violenza, si teneva tutto per sé. Ho saputo adesso che veniva maltrattata. Lei si era rivolta alle assistenti sociali, ma non ha ricevuto aiuto”

“Un mostro… è un assassino. È un dolore immenso. Non doveva farlo. Era una ragazza buona. L’ha uccisa come si uccide un animale. Anzi ancora peggio. Poi l’ha buttata in un pozzo, l’ha chiusa lì e poi ha nascosto tutto con l’erba in maniera che non si vedesse nulla. Nessuno mi restituirà mia figlia, senza di lei morirò‘”.

Laura si era già rivolta agli assistenti sociali, ma questo è evidente che non è servito a nulla. Barbara D’Urso, durante lo sfogo del padre era molto provata e si è augurata che il figlio di 8 mesi, cresca con la famiglia materna nel ricordo sua mamma.

Un altro femminicidio dunque. L’ennesima morte di una donna innocente che aveva al suo fianco il peggiore dei mostri. Quando si fermerà questa mattanza? La storia di Luigi Capasso da Cisterna di Latina non ha insegnato nulla? Qual è la soluzione? Forse inasprire le pene potrebbe spaventare queste persone senza pietà. Vedremo come si comporterà il nuovo esecutivo che si sta formando a riguardo.