Home Attualità

Morto Stephen Hawking, il noto astrofisico

CONDIVIDI

morto Stephen HawkingStephen Hawking, l’astrofisico che ha studiato le origini dell’universo è morto all’eta di 76 anni.

Ci sono persone la cui scomparsa sembra toccarci in modo particolare, forse perché siamo stati sempre consapevoli della loro esistenza, immaginandole intente a pensare o a fare qualcosa di grande. È quanto accade per grandi attori, cantanti o inventori ed è ovviamente il caso di Stephen Hawking la cui morte è stata resa nota da un portavoce della famiglia, rattristando i cuori di milioni di persone.
L’astrofisico, famoso in tutto il mondo per le sue scoperte e per i tantissimi testi (uno tra tutti Dal big bang ai buchi neri) che hanno avvicinato i lettori ad argomenti altrimenti difficili da comprendere, si è spento all’età di 76 anni, nella sua abitazione di Cambridge.
Famoso, tra le altre cose, per la termodinamica dei buchi neri e per la teoria cosmologica sull’inizio senza confini dell’universo, Stephen Hawking era costretto all’immobilità dagli anni Ottanta e tutto a causa di una malattia del motoneurone, scoperta intorno ai 21 anni. Nonostante i gravissimi problemi di salute (all’inizio gli erano stati dati solo due anni di vita) ed una malattia progressiva che lo ha portato rapidamente a dover comunicare per mezzo di un sintetizzatore, Hawking ha sempre dato il meglio di se, impegnandosi al massimo senza mai smettere di lottare, di credere nei propri sogni e di mostrarsi curioso verso la vita e l’universo che tanto amava.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> La donna del giorno: Jane Hawking

La morte di Stephen Hawking lascia un grande vuoto nel cuore di molti

morto Stephen HawkingLa notizia ufficiale è arrivata dai figli Lucy, Robert e Tim, che hanno rilasciato un comunicato carico di ammirazione ed affetto verso il padre:

“Siamo profondamente addolorati nell’annunciare che nostro padre è morto. È stato un grande scienziato e un uomo straordinario il cui lavoro continuerà a vivere per anni. Il suo coraggio e la sua perseveranza, insieme al suo brillante humor, hanno ispirato molti nel mondo.”

A poche ore dal messaggio, milioni di persone si sono riversate sul web per rivolgergli un ultimo saluto, condividendo alcune delle sue frasi più celebri e ricordandolo per il grande essere umano che è stato. Non solo uno scienziato ma prima di tutto un uomo, auto ironico, desideroso di comunicare con i giovani (da non dimenticare la volta in cui Hawking consolò le fan dei One Direction per l’addio del loro idolo) e sempre pronto a mettersi in gioco. Molti ricorderanno con un sorriso le sue diverse apparizioni televisive, come quelle ne i Simpson come doppiatore di se stesso e quelle legate a famose serie americane come Star TrekThe Big Bang Theory, altre situazioni in cui Hawking ha interpretato se stesso.
Alla sua particolarissima vita sono state dedicate autobiografie e film. Tra i tanti ricordiamo La teoria del tutto che lo ha reso noto anche a quella fetta di pubblico solitamente estraneo agli argomenti da lui trattati ma che attraverso la sua storia ha imparato a conoscerlo e ad apprezzarlo per l’uomo che è stato. Uomo che, anche noi di Chedonna.it, ci teniamo a salutare.