Home Attualità

Libri: ora si scelgono con il passaparola

CONDIVIDI

libri e passaparolaIl modo di approcciarsi alla lettura è cambiato ed ora si basa per lo più sul passaparola.

Il mondo dei libri vive in un costante clima di cambiamenti. Proprio in questi giorni si è parlato dei lettori sempre più in calo e della necessità di trovare metodi sempre nuovi per avvicinarli alla lettura. Ma cos’è che spinge un lettore verso un nuovo libro piuttosto che un altro? Secondo una recente indagine, al momento il metodo che sembra funzionare di più è il passaparola. Una sorta di di ritorno ai vecchi tempi dove ciò che conta e sapere di potersi appassionare ad una trama sentendone già qualche anticipo da qualcuno che si sa avere gli stessi gusti in fatti di libri. Un assaggio di antico che si veste anche di moderno. Perché sempre più spesso il passaparola avviene anche via web, attraverso account Instagram dedicati ai libri o tramite messaggi privati dove si sceglie di condividere una lettura ritenuta particolarmente appassionante con le amiche lettrici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> 10 libri da leggere in coppia

Il passaparola è il mezzo con cui viaggiano i libri

libri e passaparola via webSecondo un’idagine effettuata dall’Osservatorio dell’Associazione Italiana Editori (AIE), gran parte dei lettori scelgono che libro leggere in base al passaparola. Un campione eterogeneo del 45% tra gli intervistati che andavano dai 14 ai 75 anni ha infatti dichiarato di scegliere i libri in base al passaparola. Le percentuali minori si dividono invece tra la fedeltà all’autore del libro, l’argomento del libro, la possibilità di avere uno sconto sull’acquisto e, seppur in piccola parte, i consigli forniti da amici, librai ed insegnanti.
La maggior parte dei consigli ritenuti utili arriva quindi dal web che al momento sembra quasi battere persino le grandi strategie di marketing messe in atto dagli editori. I lettori tendono infatti a fidarsi del parere di persone che reputano affidabili e che come loro amano la lettura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Essere genitori: sviluppo del linguaggio nei bambini, i libri lo aiutano

Sarà forse per questo molti editori stanno lentamente approdando su social come Instagram, comunicando con i propri lettori? Un modo del tutto nuovo di fare editoria ma che potrebbe rendere più semplice anche la scelta di quali libri pubblicare, traendo spunto proprio dalle preferenze dei propri lettori.