Home Dieta e Alimentazione

Dimagrire la schiena: dieta ed esercizi utili

CONDIVIDI

dimagrire la schienaLa schiena grassa è uno dei tanti crucci delle donne. Bastano però una dieta sana e qualche esercizio mirato per risolvere il problema.

Quando si parla di linea, le zone di cui noi donne ci sentiamo sicure sono davvero poche. Tuttavia, concentrate su quelle più note come gambe, punto vita o braccia, spesso si corre il rischio di non dare la giusta attenzione ad altre zone ugualmente importanti come la schiena, e questo fin quando non ci si accorge quasi per caso, magari da una foto scattata a nostra insaputa, di come la vista della nostra figura di schiena diversa da come ci immaginavamo possa darci fastidio.
Spesso il problema è reso più evidente dalla scelta del reggiseno sbagliato che, andando a premere proprio nelle zone critiche ne amplifica l’effetto, rovinando l’immagine finale di quell’abito che si desiderava indossare o di quella maglietta attillata che improvvisamente non sembra stare più come quando la si era provata in camerino. È qui che la schiena diventa improvvisamente un problema da risolvere il più velocemente possibile. Ma come fare per riuscirci davvero?

Molte temono che lavorare con pesi ed esercizi specifici per questa particolare area possa portare ad avere spalle larghe o troppo muscolose così, finiscono con il dedicarsi solo ad una dieta il più possibile restrittiva. La verità è che, come già detto nell’articolo su come dimagrire le braccia o in quello su come dimagrire i fianchi, la sola alimentazione può far perdere peso ma non necessariamente agirà sulla zona desiderata. Ogni persona, infatti, perde peso più facilmente in determinate zone e meno in altre, un particolare legato a fattori genetici ed alla costituzione e che, in quanto tali, non è possibile controllare con la sola alimentazione. L’unico modo per dimagrire e tonificare delle aree specifiche del corpo è quindi quella di associare del movimento ed i giusti esercizi ad una buona alimentazione che non dovrà essere restrittiva ma studiata in base alle personali esigenze di ognuna di noi.
Iniziamo quindi a scoprire come fare per ottenere una schiena magra e a prova di maglie e vestiti attillati.

Come far dimagrire la schiena: la dieta

dimagrire la schienaCome già detto, quando si parla di dimagrimento, per ottenere quello mirato bisogna affidarsi all’infallibile abbinamento di dieta ed esercizi. A differenza di quanto visto per altri punti del corpo, se si ha una schiena grassa, molto probabilmente si ha anche qualche chiletto da perdere. Per questo motivo è bene iniziare dalla cura dell’alimentazione.
Di base, le regole sono sempre le stesse. Per prima cosa vanno eliminati i fritti, gli zuccheri ed i cibi con grassi saturi. Il tutto per lasciar spazio ad alimenti sani come cereali integrali, verdure, frutta, proteine magre (anche vegetali) e grassi buoni come quelli che si trovano nell’olio extra vergine d’oliva e nella frutta secca. A questo andrà abbinato ovviamente del movimento fisico. Se dopo un paio di settimane non si notano risultati (che non significa necessariamente perdere peso sulla bilancia ma in centimetri), forse si sta sbagliando qualcosa. In tal caso è sempre meglio chiedere il parere di un nutrizionista senza andare a ridurre gli alimenti. Mangiare troppo poco, infatti, rovina il metabolismo e ciò porterebbe a perdere peso all’inizio salvo riprenderlo rapidamente ad ogni piccola concessione fuori programma.

Gli allenamenti da seguire

dimagrire schiena con eserciziOltre all’alimentazione va curato anche l’esercizio fisico. Questo va considerato da due punti di vista diversi: il primo riguarda lo sport fatto per perdere peso che può consistere nella corsa, nel tapis roulant o se si è alle prime armi, in una camminata veloce di almeno 30 minuti e da effettuare a giorni alterni. Ovviamente vanno bene anche il nuoto, il salto della corda o delle lezioni da seguire in palestra come la zumba o l’aerobica. L’importante è muoversi e bruciare calorie in modo divertente in modo da non sentire il peso degli esercizi, cosa che ti consentirà di proseguire il più a lungo possibile con il tuo intento di perdere peso. A ciò andranno poi abbinati degli esercizi mirati per dimagrire nella zona della schiena. Per lo più si tratta di esercizi con i pesi e che vanno a lavorare anche su spalle e braccia. Niente paura, però, come già detto, fare esercizi di questo tipo non significa sviluppare dei muscoli da culturista. Per arrivare a quei livelli ci vuole un lavoro mirato, fatto di un’alimentazione studiata appositamente per quei risultati e di esercizi con carichi davvero elevati e ben diversi da quelli che andremo a vedere adesso. Ovviamente, chi è già iscritta in palestra o sente il bisogno di affidarsi a qualcuno per sentirsi più motivata, potrà chiedere una scheda specifica per la schiena, stando attenta a curare contemporaneamente l’alimentazione ed il resto dell’attività fisica.

In caso contrario, ci sono diversi esercizi che si possono svolgere tranquillamente anche a casa e che daranno i risultati sperati. Per farli bastano dei manubri leggeri. Volendo si può iniziare con delle bottigliette d’acqua da mezzo litro andando poi ad aumentare di un chilo alla volta. Per capire il giusto peso da caricare bisogna ricordare che gli esercizi devono risultare semplici ed iniziare a pesare solo durante l’ultima ripetizione. Ciò è molto importante da tenere a mente in quanto iniziare subito con dei pesi eccessivi non porterà a risultati più rapidi ma ti metterà a rischio di strappi o di incidenti per i quali dovresti poi stare a riposo, vanificando il tuo desiderio di far dimagrire la schiena. Per capire quando aumentare, ti basterà monitorare la tua attività: quando ogni esercizio ti sembrerà troppo facile, allora sarà arrivato il momento di aggiungere qualcosa al tuo il carico. Allo stesso modo, specie dopo dei periodi di stop, se il carico dovesse sembrarti troppo, non esitare a ridurlo. I risultati arriveranno lo stesso.

Esercizi utili per dimagrire la schiena

dimagrire schienaVediamo ora alcuni esercizi studiati appositamente per far sparire i rotolini di grasso sulla schiena e tonificare tutta la zona interessata.

  • Alzate laterali. Si tratta di un esercizio molto semplice che va effettuato con dei pesetti. Ci si mette in posizione eretta con le gambe divaricate all’incirca all’altezza delle spalle. Con un pesetto in ogni mano, si posizionano le stesse lungo i fianchi e si alzano lateralmente, il tutto stando ben attenta a non piegare mai i gomiti. Il movimento deve essere lento e fluido e non si deve provare particolare dolore. Eseguire per 15 volte per almeno 3 ripetizioni.
  • Alzate frontali. Si tratta di un esercizio molto simile al precedente, solo che invece di partire con le braccia lungo i fianchi si posizionano le stesse sul davanti con i palmi rivolti verso le gambe. Le braccia andranno quindi verso su, fermandosi all’altezza del seno, quindi con i palmi verso il basso, e senza andare oltre. Anche qui possono andar bene 15 volte per 3 ripetizioni.
  • Alzate di spalle. Sempre con le gambe divaricate all’altezza delle spalle, prendete in mano i due manubri e tenendoli lungo i fianchi limitatevi ad alzare il più possibile le spalle facendo ben attenzione a non farle roteare. Salite e scendete per una quindicina di volte, il tutto per due o tre ripetizioni.
  • Sollevamenti a T. Questo è un esercizio che va a lavorare proprio sulla zona del reggiseno, quella che per molte è anche la più problematica. Ci si mette a gambe divaricate con le ginocchia appena piegate ed il busto in avanti, quasi parallelo al pavimento. Si prende un manubrio per mano e con la pancia ben in dentro, in modo da sostenere i muscoli della schiena durante l’esecuzione dell’esercizio, si portano le braccia all’altezza delle spalle, tenendole parallele al pavimento, in modo fa formare proprio una T. L’esercizio andrà svolto lentamente e con un ritmo regolare e può essere eseguito 15 volte per due o tre ripetizioni, da scegliere in base al livello di stanchezza che si raggiunge dopo la seconda.
  • Rotazione del busto. Stando sempre a gambe divaricate, tenere un manubrio con entrambe le mani e ruotare il busto da una parte, tornare al centro e ruotarlo dall’altra parte, il tutto senza muovere il bacino. Eseguire 15 volte per due o tre ripetizioni.

Esistono anche esercizi da svolgere senza l’utilizzo dei pesi poiché agiscono mediante la forza di gravità, garantendo comunque ottimi risultati. Un esempio è visibile nel video qui sotto dove gli esercizi, pur apparendo semplici, sono in realtà molto efficaci. Una cosa della quale ti renderai conto a fine esercizio quando ti sentirai affaticata proprio come se avessi lavorato con l’ausilio del pesi.

Creme per tonificare la schiena

Come visto anche per le altre zone del corpo come nell’articolo su come nell’articolo su come dimagrire le cosce, quando si decide di perdere peso è sempre meglio far uso di creme rassodanti e tonificanti. Per la schiena può tornare utile dell’olio di mandorle, molto utile per prevenire e scongiurare la comparsa di eventuali smagliature. Seppur questa zona richieda meno attenzione di altre, infatti, è sempre meglio non rischiare e cercare di prevenire. L’uso di una buona crema rassodante e tonificante sarà quindi la soluzione più adatta per aiutare la pelle a restare elastica, specie in vista di una forte riduzione del peso.

Come nascondere i rotolini sulla schiena

Mentre attendi che sport ed alimentazione sana facciano il loro effetto, ci sono alcuni accorgimenti che puoi mettere in atto al fine di rendere meno evidente il problema dei rotolini sulla schiena. Il primo è quello di cambiare tipo di reggiseno. Per prima cosa inizia controllando di star usando la misura giusta. A volte non ci si rende conto che il reggiseno si fa pian piano più stretto, cosa che oltre a far uscire eventuale adipe in eccesso sulla schiena crea anche dolori nella zona del seno. Se, dopo gli eventuali controlli ti rendi conto che la misura che usi è effettivamente quella giusta, prova diversi modelli fino a trovare quello che meglio si abbina alla tua forma fisica. A volte sceglierne uno con la parte dietro più larga può fare la differenza. Stessa cosa per dei reggiseni a fascia o di tipo sportivo. Di sicuro c’è un modello che ti sta meglio di altri, si tratta solo di trovarlo ed iniziare ad usarlo.
Un altro valido accorgimento da seguire, almeno per questo periodo è quello di evitare maglie troppo aderenti o aperte sulla schiena. Se vuoi apparire in forma, prova a puntare l’attenzione su altre zone del corpo come le gambe o il décolletè, ciò ti aiuterà a sentirti più sicura di te e ad apparire comunque in forma smagliante. Per mettere in mostra la schiena, dopotutto, manca davvero poco, giusto il tempo che i tuoi sforzi producano i risultati desiderati.
Ed ora, ecco un video che, a differenza di quello di prima, propone tutta una serie di esercizi mirati per far dimagrire la schiena, questa volta con l’ausilio dei manubri.