Home Attualità

Decluttering: quando riordinare fa tendenza

CONDIVIDI

decluttering: ordinare casa

Si chiama decluttering. Insegna a riorganizzare il proprio spazio vitale ed è la nuova tendenza del 2018.

Già da qualche anno si tende a puntare tutto sull’essenziale, cercando di migliorare in questo modo il proprio stile di vita e la qualità stessa delle giornate, soprattutto quelle in cui sceglie di stare in casa per concedersi qualche ora di meritato riposo.
Un modo di pensare che è passato dalla cucina agli hobby, fino ad entrare dentro casa. Si, perché tra libri che insegnano a sbarazzarsi del superfluo e youtuber che tengono veri e propri corsi su come riorganizzare dispenze, librerie e, a volte, intere casa, il decluttering (la parola clutter significa disordine) è ormai diventato una vera e propria moda e, almeno dalle premesse, si può già indicare come una delle grandi tendenze di questo 2018.
Una tendenza che mira al benessere in modo del tutto originale, puntando cioè a rendere divertente e rilassante l’atto di far ordine dentro casa. Qualcosa che difficilmente viene vista come un momento piacevole.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Casa: 4 regole per averla sempre in ordine

Decluttering: l’arte di far ordine in casa per ottenerlo nella propria vita

decluttering: riordinare casaA chiunque è capitato almeno una volta di avere la propria stanza o addirittura tutta la casa invasa da oggetti di ogni tipo. Questa forma di disordine che in casi estremi può sfociare nell’accumulazione seriale, è molto più comune di quanto non si pensi, tanto che da recenti studi è emerso che solo il 30% di ciò che abbiamo in casa viene effettivamente usato ogni giorno. Il resto è per lo più roba che teniamo da esposizione o che, più semplicemente, non riusciamo proprio a buttare via. Un problema che alla lunga rischia di bloccare il corretto fluire delle energie e che porta a perdere diverso tempo per barcamenarsi nel disordine.
Per le donne questo fenomeno è quasi una costante quando si parla di abiti e trucchi. Armadi e cassetti pieni di “un giorno mi tornerà utile” sono una consuetudine che ad ogni cambio stagione si ripete senza la speranza di una soluzione.
Eppure, il rimedio a tutto ciò esiste e si chiama decluttering. Una parola inglese nata per dare un senso all’arte di far spazio, sgomberare, liberarsi di cose che ci appesantiscono sia all’atto pratico che emotivamente.

VIDEO NEWSLETTER

Ma come fare ad iniziare?
Ormai esistono svariati libri che spiegano come darsi al decluttering e negli ultimi tempi anche tante youtuber sembrano aver preso a cuore l’argomento, dando vere e proprie lezioni con tanto di esempi pratici su come far spazio in casa.
In sintesi, ciò che occorre fare è avvicinarsi ad ogni oggetto con una serie di domande in mente. Ciò che va analizzato è per prima cosa come ci fa sentire, se bene o male. Seguono poi domande più pratiche circa la sua utilità o l’ultima volta nel quale lo si è effettivamente utilizzato. In base alle risposte si sceglie se mantenerlo o liberarsene.
Certo, i ricordi più cari possono essere conservati anche se privi di un’effettiva utilità. Ciò, però, non deve diventare una scusa per dichiararsi amiche per la pelle del porta spugnette dimenticato in un angolo o di quella lampada che sta spenta da anni ma non si riesce proprio a dar via.
Il decluttering va preso seriamente e affinché funzioni davvero, gli oggetti scartati devono uscire da casa e non riposti in altre zone o messi in una scatola destinata a soffitte o cantine. Ciò che non è più utile per voi potrebbe infatti esserlo per qualcun altro. Via libera quindi a vendite online o a scambi tra amiche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Il segreto della gruccia al contrario: per sfoltire il guardaroba in cinque minuti netti

Il decluttering, infatti, implica un’attenta analisi che in qualche modo si riversa sulla persona stessa, ponendola davanti agli oggetti che fanno parte della sua vita e a quali sono le cose che la caratterizzano davvero. Spesso, infatti, riempirsi di oggetti può essere un modo come un altro per sfuggire ad alcuni pensieri, a delle responsabilità o alla semplice voglia di conoscersi davvero. Il decluttering, in questo senso, fa davvero molto per la persona, portando ordine e spazi nuovi non solo all’interno delle nostre case ma anche in noi stesse.