Home Attualità

Una cartolina da Parigi arriva a Mestre… 36 anni dopo!

CONDIVIDI

cartolina da parigi arriva 36 anni dopoDa Parigi a Mestre, la cartolina indirizzata “ai bambini Giovanna e Tommaso Mingati” ci mette ben 36 anni per essere recapitata ma la sorpresa è comunque bellissima.

Una “cartolina illustrata” con il museo del Louvre visto dal pont du Carousel partì indirizzata a Mestre, “ai bambini Giovanna e Tommaso Mingati” . Era il 14 dicembre del 1981 e Aldo e Renata Mingati si trovavano nella Ville Lumière per festeggiare il loro anniversario: 10 anni di matrimonio per i quali la coppia aveva lasciato i figli, Tommaso (5 anni) e Giovann (9 anni) , a casa di alcuni parenti. Non per questo però, appena giunti a Parigi, il loro pensiero non è volato ai bambini: mamma e papà hanno allora scritto una cartolina e l’hanno spedita subito a Mestre, dove però è arrivato solo 36 anni dopo.

La cartolina da Parigi giunta in ritardo

cartolina da parigi arriva 36 anni dopo

Oggi Aldo e Renata vivono ancora nella casa dove la cartolina sarebbe dovuta arrivare. E così è stato anche se non 36 anni di ritardo. La missiva è ancora in perfette condizioni ma con qualche divertente segno delle traversie superate per giunere nelle mani dei destinatari.

Un solerte funzionario ha annotato a penna, sotto le firme di mamma e papà, “et la piramida?”, alludendo alle due piramidi, la grande e la minuscola, che adornano oggi il cortile interno del museo. Ricordiamo però che i monumenti in quesitone furono eretti solo nel 1989 per volontà del presidente Mitterand. Quando la cartolina fu spedita, 9 anni prima, ancor anon erano quindi presenti.

Della cartolina in molti si devono però esser presi cura, inclusi coloro che le hanno consentito di viaggiare nonostante il francobollo sovrapposto a quello originale francese. Qualcuno deve aver infatti pensato di far proseguir eil viaggio alla cartolina utilizzando un francobollo da 300 lire del 1959. Peccato però che al momento in Italia possano viaggiare lettere e cartoline con francobolli italiani, solo però se stampati dopo il 1967.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> CARTOLINA arriva con mezzo secolo di ritardo grazie a Facebook

Nonostante tutte queste traversie il 5 ottobre la cartolina è giunta alla sua legittima destinazione e i due bambini, oramai alquanto cresciuti, ne sono stati felicissimi. Tommaso ha infatti commentato:

“Mi ha fatto pensare a com’ero preoccupato per i regali: cosa avrei dovuto fare se Babbo Natale li avesse portati a Parigi. Ecco, ora questo è il mio regalo più bello”