Home Attualità

Fotografata in overdose, mamma si riscatta un anno dopo

CONDIVIDI

Nel 2016 era diventata famosa per una foto ignobile che la ritraeva in overdose, siringa ancora in mano, mentre il figlio di 10 mesi piangeva sul sedile posteriore. Oggi Erika Hurt ha però cambiato vita e riposta quella foto per festeggire un anno lontano dalla droga.

Il 22 ottobre 2017 sulla pagina Facebook di Erika Hurt è comparso un collage di foto: uno scatto al ritrae sorridente in primo piano, il secondo con il suo bambino tra le braccia e il terzo in overdose nella sua auto. Le prime due immagini sono le più recente ma la terza, quella in effetti più dolorosa, è l’immagine che ha reso Erika famosa in tutto il mondo.

Un anno fa Erika era infatti nota come la madre in overdose da eroina, mezza morta mentre il figlio di 10 mesi piangeva sul sedile posteriore. Da quel triste giorno però la vita di Erika è cambiata e proprio lei ora ripropone quel terribile scatto per festeggiare un anno lontano dalla droga.

Erika Hurt: un anno dopo la foto in overdose

“Non sapevo se postare di nuovo questa foto o meno, dal momento che mostra il momento peggiore in assoluto della mia vita. Ma alla fine sono andata avanti”

Così scrive Erika Hurt lo scorso 22 ottobre, introducendo il post con cui celebra il primo anno della sua nuova vita, una vita lontano dalla droga.

“Come sapete, ero in overdose in un parcheggio. Sì, con il mio adorabile bambino nella macchina con me. Ma quello che forse non sapete è che il tutto è accaduto come oggi, un anno fa. Ho deciso di ripostare l’immagine semplicemente perché mostra ciò che la dipendenza da eroina realmente è. E anche perché non voglio dimenticare dove mi ha condotto la strada della dipendenza. Non lo sapevo quel giorno, ma la mia vita stava per cambiare, drasticamente. Oggi sono in grado di focalizzarmi sul buono di questa immagine. Oggi sono la madre di mio figlio, di nuovo. Oggi sono grata per questa prova tangibile in grado di mostrare dove la dipendenza è capace di portarti. Oggi posso dire che è un anno che sono pulita!”

All’epoca l’immagine di Erika in overdose nella sua auto diventò ben presto virale, simbolo dell’epidemia di oppiacei che stava devastando l’America e di dove tutto ciò potesse condurre.

Un anno dopo però è come se quella foto avesse totalmente cambiato significato: ora, accostata alle immagini della nuova Erika, la stessa foto ci parla di nuove opportunità, di rinascita e di come cambiare la propria vita sia sempre possibile.

Erika ce l’ha fatta e spera ora che quella foto possa essere per gli altri ciò che è per lei, un monito di dove determinate scelte sbagliate ti possano condurre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Angelina Jolie video hock: telefonata sotto l’effetto di droga

A scattare l’immagine di Erika Hurt in overdose fu un poliziotto della piccola cittadina Hope, nell’Indiana, Marshal Matt Tallent, oggi felice come la stessa donna dei traguardi da lei raggiunti. Mashal non sapeva che la sua foto sarebbe divenuta tanto famosa, voleva solo mostrare ciò a cui la strada della droga poteva condurre. Oggi possiamo dire che sia lui che Erika hanno senza dubbio avuto successo.