Home Attualità

Lo chiamano ‘Bimbo di ghiaccio’, la sua storia fa il giro del web

CONDIVIDI

Il web lo ha soprannominato il “ragazzo ghiacciato”e le sue foto hanno fatto il giro del mondo. Ecco la sua incredibile storia. 

Di recente, un bambino cinese di 8 anni ha camminato per 3 miglia (4,8 km) per raggiungere la sua scuola elementare nella città di Xinjie, nella provincia dello Yunnan, in Cina. Il termometro segnava -9 ° C ma lui voleva andare ad ogni costo a scuola perché aveva un esame da superare. La condivisione  di queste  foto è stata virale al punto  che le persone, impressionate da queste immagini, hanno  iniziato a contattare la scuola per sostenere quel ragazzo e gli altri studenti che come lui vivono in condizioni all’estremo del disagio.

Quando lo studente è arrivato a scuola il preside della scuola Fu Heng,  non poteva credere ai suoi occhi: “i suoi capelli e le sue sopracciglia erano completamente congelati, le sue guance rosse sembravano bruciare”. Fu così che il preside decise di fare una foto a quel ragazzino e di postarla sui social segnando l’inizio di questa folle storia.  Internet lo ha soprannominato il “ragazzo ghiacciato”. Pochi giorni dopo, la scuola ha ricevuto più di $ 15.000 in donazioni, 20 termosifoni portatili e 144 completi di vestiti per affrontare il freddo ,finalmente una storia che ha avuto un felice epilogo.

“Era il primo giorno dei loro esami finali”

“Era il primo giorno dei loro esami finali”, ha detto il preside. “Le temperature sono scese a meno nove gradi Celsius in circa 30 minuti quella mattina.” È così che il preside ha iniziato il suo racconto, ha poi aggiunto che il ragazzo vive lontano dalla scuola e che è davvero ammirevole come riesca a mantenere un atteggiamento positivo nonostante viva in estrema povertà e passi la maggior parte del tempo solo con la sorella e la nonna: “è considerato il “clown della classe“è sempre alla ricerca di qualcosa che possa  far morire dal ridere i suoi 16 compagni di classe.
Secondo il preside, la scuola cerca di sostenere  lui e gli altri bambini il più possibile  offrendo loro anche la colazione ma ammette di non riuscire a riscaldare le loro aule adeguatamente a causa della mancanza di fondi.

VIDEO NEWSLETTER

A queste parole il web si è mosso per dare un sostegno concreto con la speranza e la volontà di poter offrire una vita migliore a questi bambini almeno mentre stanno ricevendouna adeguata educazione scolastica.

https://www.boredpanda.com