Home Attualità

Parlare più lingue per contrastare l’Alzheimer

CONDIVIDI

alzheimerSe fino a ieri, parlare più lingue era un modo per viaggiare per il mondo con maggior sicurezza o per sfoggiare pillole di cultura, da oggi c’è un motivo in più per coltivarne lo studio e arriva direttamente dalla scienza.
Sembra infatti che parlare una o più lingue sia anche un metodo valido per contrastare l’Alzheimer.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> La camminata lenta, possibile segno dell’Alzheimer

Parlare due o più lingue per contrastare l’Alzheimer

Basta saper parlare due lingue diverse per avere un’arma in più contro una delle malattie degenerative più temute di sempre, ovvero l’Alzheimer.
A renderlo noto sono stati gli studiosi della Concordia University che, sulla base di risonanze magnetiche ed analisi approfondite compiute su 94 persone divise tra monolingue e bilingue, hanno notato che chi sa parlare più di una lingua, presentava un collegamento tra lo spessore corticale nelle zone del cervello che presiedono il linguaggio ed il controllo cognitivo e lo svolgimento di compiti di memoria episodica.
A loro dire, quindi, l’aumento della materia grigia in queste zone delle cervello potrebbe rallentare l’insorgere dell’atrofia causata dall’Alzheimer e da altre malattie legate al deterioramento cognitivo, supportando di conseguenza la memoria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> La frutta fa bene anche contro l’Alzheimer ed il Parkinson

Si tratta di una conferma a studi che già da tempo contemplano la possibilità che parlare più di una lingua aiuti il cervello in svariate funzioni, prime tra tutte la memoria che, in persone affette dall’Alzheimer, rappresenta una delle prime grandi perdite causate dalla malattie.