Home Attualità

Sanremo 2018: Ermal Meta e Fabrizio Moro tornano in gara ufficialmente

CONDIVIDI

La polemica inerente il presunto plagio della canzone Non Mi Avete Fatto Niente di Fabrizio Moro e Ermal Meta arriva a un punto. La Rai ha deciso che per Sanremo 2018 i due possono tornare in gara in quanto, nel regolamento è concesso di “copiare” stralci di altre canzoni per un massimo di un terzo della durata complessiva del brano.

Durante la conferenza stampa odierna, giovedì 8 febbraio 2018, la Rai ha comunicato ai giornalisti le motivazioni per cui il brano Non Mi Avete Fatto Niente può tornare in gara a Sanremo 2018.

Se volete sapere tutto sulla storia del plagio di Ermal Meta e Fabrizio Moro trovate tutto qui:

VIDEO NEWSLETTER

Qui invece trovate il testo della canzone –>  Sanremo 2018: testo della canzone di Fabrizio Moro ed Ermal Meta “Non mi avete fatto niente”

Qui trovate, di seguito, la motivazione data proprio dalla Rai, in un comunicato stampa ufficiale.

Comunicato Stampa Ufficiale della RAI sulla riammissione di Meta e Moro

“A seguito delle valutazioni effettuate, la Rai ritiene che non si debba escludere dalla gara la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro, in quanto conforme al requisito di novità previsto dal regolamento”. Lo ha reso noto la Rai.  Il brano di Meta e Moro ‘Non mi avete fatto niente’, spiega l’ufficio legale della Rai in una nota letta in sala stampa, “contiene stralci del brano ‘Silenzio’ (presentato a Sanremo Giovani nel 2016) in misura inferiore a un terzo delle durata, quindi la circostanza che il brano sia stato già fruito non inficia la novità della canzone in gara”. Inoltre, dagli approfondimenti fatti, risulta che “i due brani hanno stesure, durata, testi e melodie diverse. La somma degli stralci non supera un minuto e 3 secondi su una durata complessiva di 3 minuti e 24 secondi, dunque inferiore a un terzo”. La conclusione che “le due canzoni, pur presentando analogie, non sono la stessa canzone. ‘Non mi avete fatto niente’  dunque nuova e resta in gara”.

Motivazioni che però non hanno soddisfatto i giornalisti.