Home Gossip

Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno querelano Selvaggia Lucarelli

CONDIVIDI

Michelle Hunziker e l’avvocato Giulia Bongiorno, avrebbero deciso di querelare la giornalista Selvaggia Lucarelli per un pezzo scritto sul Fatto Quotidiano in cui si denunciava un disservizio da parte dell’associazione ‘Doppia Difesa‘ che la showgirl ha fondato assieme all’avvocato.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:  Elton John si ritira dalle scene: il prossimo tour sarà l’ultimo

L’associazione opera a difesa di tutte le donne vittima di violenza e nel suo pezzo, la Lucarelli avrebbe riportato delle testimonianze di donne che non avrebbero mai ricevuto risposta dall’associazione. L’articolo sarebbe stato giudicato dalla Hunziker e dalla Bongiorno come diffamatorio nei confronti di Doppia Difesa e attraverso i social avrebbero diffuso la decisione di rivalersi contro la Lucarelli:

“l’attacco sulle pagine del fatto quotidiano è gravissimo, perchè fornisce informazioni false che potrebbero scoraggiare altre vittime di violenza dal rivolgersi alla nostra fondazione. abbiamo pertanto deciso di presentare querela e porteremo come testimoni tutte le donne che abbiamo aiutato in questi anni e che stiamo aiutando in queste ore”

immediata la risposta della giornalista che sul suo account Facebook avrebbe dichiarato: “Leggo che la Hunziker e la Bongiorno hanno annunciato querela nei confronti de Il Fatto per il mio “articolo diffamatorio che potrebbe scoraggiare le vittime a denunciare presso la loro associazione”. (l’avevamo ampiamente previsto, ma abbiamo fatto mera cronaca, documentato un disservizio e detto la verità) 
Hanno perfino aggiornato la pagina fb di Doppia Difesa inattiva dal 17 dicembre! 
Porteranno a testimoniare le tante donne che hanno aiutato in questi anni, dicono. Mi spiace molto che reagiscano così. Mi sono limitata a segnalare un disservizio segnalato da moltissime donne sulla loro pagina fb, sulla mia pagina oggi e da me personalmente testato in questi giorni, visto che le mie chiamate a vuoto in vari giorni e orari della settimana sono ancora lì nel mio telefono. Io non ho scritto che non hanno mai aiutato nessuno. Mi suona come una coda di paglia, e non è una risposta nel merito della questione da me segnalata. Porterò io, eventualmente, la testimonianza di tantissime donne che hanno provato a scrivere, telefonare e non hanno mai avuto risposta in questi ANNI. Ho la posta piena. C’è anche chi ha citofonato alla sede e si è sentito dire “mandi una mail”.
Inoltre, ieri ho chiesto informazioni a un loro avvocato sull’attività di doppia difesa nell’ultimo anno (telefonata registrata) e mi ha detto “le farò sapere entro qualche ora”. Mai sentita.
Per il resto, sono ben lieta che da stamattina alle 12,00 improvvisamente, qualcuno risponda al centralino di Doppia Difesa, perfino al numero che nei giorni scorsi era staccato. Ringrazio anche Doppia Difesa per aver risposto, dopo giorni, proprio oggi, alle 13,15, alla mail di una mia amica. (L’altra ancora aspetta la chiamata promessa da giorni)
Aveva perso le speranze, ma l’avevo ampiamente tranquillizzata: “Vedrai che dopo il mio pezzo su Il fatto ti rispondono!”.
Altro che querele, meriterei di diventare socia di Doppia Difesa ad honorem.
Per il resto, so di aver detto verità inconfutabili. So quanto ritengo importante occuparsi di questioni legate a violenze e abusi con serietà. E io lo faccio. Le querele non mi spaventano, neanche quelle di avvocati e showgirl milionarie”.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Antonella Clerici: ”Elisa Isoardi mi ha fatta soffrire. Vittorio Garrone? E’ l’uomo della mia vita”

Non ci resta che attendere ulteriori sviluppi della vicenda, che nelle ultime ore avrebbe destato molto scalpore.

GUARDA MALORE PER FRANCESCA CIPRIANI -IL VIDEO-