Home Coppia

Non premere invio: i messaggi da non mandare mai a un ex

CONDIVIDI
iStock Photo

Messaggi nostalgici, di pentimento, di ripicca, carichi di rabbia o di disperazione. Quando una storia finisce sono molte le emozioni che viviamo e che abbiamo voglia di comunicare. Torvandoci nel XXI secolo gran parte di questa comunicazione avviene via messaggio ma, purtroppo, trasnian così molti errori, gesti di cui poi ci pentiremo.

Ci sono infatti messaggi che sarebbe decisamente meglio non inviare al nostro ex, non tanto per orgoglio quanto per il rischio che premere “invio” può comportare. CheDonna.it ne ha seleizonati 5, quelli a nostro giusdizio potenzialmente più pericolosi e, dunque, da non mandare veramente mai.

Ecco i 5 messaggi da non inviare al vostro ex, nemmeno quando la rabbia o la nostalgia vi accecano.

1 – Mi manchi

VIDEO NEWSLETTER

Ma ti manca davverp? Se una storia finisce c’è sempre un motivo. Prima di cliccare invio chiediti allora serealmente è lui a mancarti o è semplicemente l’avere una persona vicina, l’abitudine, la sicurezza. A meno che tu non riesca a sfatare con assoluta certezza tutte queste altre opzioni non inviare mai quel messaggio.

2 – Oi

L’illusione di poter alleviare la sofferenza dell’addio con uno strascico puramente fisico del rapporto è un errore che si rischia di compiere più spesso di quanto si pensi. Si pensa che mantenere un legame passionale con la persona un tempo amata possa rendere più graduale la separazione o, peggio, lasciare una speranza per il futuro. Fidatevi: non è mai così! Si tratta solo di un’agonia ancor più lunga e penosa. Calcolando dunque che il sottotitolo di quelle due lettere è palesemente “mi raggiungi a letto” evitiamo di inviarle.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Uomini, 4 sms con cui tenerli in pugno!

3 – Con chi sei nella foto?

Terribile a dirsi, lo sappiamo, ma non siete più nella posizione di fare simili domande. Trasformarvi in delle stalker vi farà solo passare dalla parte del torto, allontanerà ogni possibilità di coltivare un rapporto civile e vi farà scivolare veramente, ma veramente in basso.

4 – “Vorrei dirti che…”

La regola da seguire in simili circostanze è facile: se quella che dovete dire è veramente una cosa importante sarà meglio dirla di persona, se di persona non volete dirla allora meglio tacere. evidentemnte il vostro messaggio vi lascia ancora dei dubbi o forse, nel profondo, sapete che non porterà nulla di buono: meglio allora stare ferme.

5 – “Sei stato un compagno terribile”

Il fatto che vi siate lasciati già fa intuire che qualche cosa non andasse. Forse, se sentite il bisogno di sottolineare ciò, è perché state cercando di discolpare voi stesse, di ire che la colpa della fine di quell’amore è tutta dell’altra persona, che voi siete innocenti e lui invece è una persona terribile. Forse, in poche parole, avete paura di essere voi quelle terribili.

Fonte: huffingtonpost.it