Home Psiche

5 buoni motivi per piangere senza alcun freno

CONDIVIDI
iStock Photo

Certe volte riusciamo a evitarlo, ad arginare le lacrime, forti di un senso di pudore e orgoglio che ci trattiene dal rompere gli argini e iniziare a singhiozzare. Altre volte però frenarsi è impossibile: ecco allora che iniziamo a piangere! La cosa lì per lì può metterci in imbarazzo, farci sentire ancor peggio di ciò che ci ha scatenato le lacrime ma poi… la pace!

Già, piangere fa bene, molto più di quanto possiamo credere e se ancora non ne siete convinte oggi vi forniamo 5 buoni motivi per cedere a un bel pianto. Pronte a metter mano ai fazzoletti?

1 – Incoraggiamento

Avete mai fatto caso a quel senso di serenità che segue un bel pianto? Quando siamo via libera alle lacrime ricordiamo improvvisamente a noi stesse di esser capaci di superare qualsiasi ostacolo sul nostro cammino e possiamo ripartire con ritrovato vigore.

2 – Eliminare le tossine

in fin dei conti è sempre un travaso di acqua, proprio com eil sudore, e con essa se ne vanno via dunque anche le tossine. E’ stato dimostrato che più il pianto è legato a un’emozione intensa tanto più conterrà ormoni frutto dello stress. Meglio dunque piangere solo per delle buone ragioni!

3 – Risvegliare le difese immunitarie

Proprio come la saliva le lacrime contengono il lisozima, un enzima che serve a combattere l’attività batteriologica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Psiche: piangere ci fa bene….lasciamoci andare

4 – Approfondire l’intimità

L’essere umano è per sua natura empatico. A un segnale come il pianto che trasmette dolore e sottomissione non potrà dunque che rispondere con compassione, avvertendo anche l’apertura che ung esto come mostrarsi vulnerabili con il pianto possa significare.

5 – Sfogo emotivo

Funge un po’ da anestetico, proprio come se con le lacime fuoriuscissero da noi anche i pensieri negativi che le hanno provocate e così, dopo, siamo letteralmente più leggere.