Home Attualità

Coco Chanel: 5 cose che forse non sapevi sulla signora della moda

CONDIVIDI
Photo by Evening Standard/Hulton Archive/Getty Images

Il 10 gennaio 1971 moriva presso il celebre Hotel Ritz di Parigi, Gabrielle Chanel, nota ai più come Coco Chanel, la signora della moda con la M maiuscola.

Per ricordare questa icona di stile tutta al femminile, CheDonna.it vi propone cinque curiosità sulla sua vita privata e sulla sua incredibile carriera, dettagli che forse, pur amando follemente la sua opera di stilista, ancora ignoravate.

1 – Collaborazionista – Durante l’occopazione tedesca collaborò con i nazisti, motivo per ci poi fu aspramente criticata. Si diceva addirittura che la stilista avrebbe fatto parte dell’Abwehr, il servizio segreto assoldato da Adolf Hitler, gruppo nel quale sarebbe entrata, a detta del giornalista americano Hal Vaughan, grazie a una relazione con Walter Schellenberg, un giovane capo delle SS

2 – La boy bag – La sua borsa più iconica è ispirata al grande amore della sua vita, Arthur Capel, giocatore di polo che la stilista chiamava amorevolmente Boy. Fu lui il primo a credere realmente nel potenziale di Coco, aiutandola anche finanziariamente ad aprire la sua prima boutique al numero 31 di Rue Cambon a Parigi. Karl Laggerfeld dedicò proprio a lui la borsa creata nel 2011 e divenuta subito un it bag.

3 – L’abbronzatura – A quanto pare fu proprio Coco Chanel a lanciare l’idea della tintarella come sinonimo di bellezza. Prima si associava un incarnato di porcella all’eleganza femminile ma da quando la celebre stilista tornò nel 1923 da una vacanza a Juan-les-Pins con la belle baciata dal sole tutte vollero copiarla.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Coco Chanel: nuove e scottanti rivelazioni

4 – Droga e sregolatezza

Il periodo seguito alla morte del suo grande amore, Arthur Capel, Coco visse una vita all’insegna degli eccessi e della sregolatezza, caratterizzata dall’uso di droghe e da passioni fugaci (anche bisessuali).

5 – L’orfanotrofio

Fu proprio in questo ambiente austero che la regina della moda crebbe. Un’infanzia senza dubbio non facile ma che diede vita ad alcuni punti fermi dell’universo fashion di Chanel, come, ad esmepio, l’amore per il bianco e nero.