Home Capelli

5 tips per avere i capelli più belli dormendo

CONDIVIDI
iStock Photo

Per esser sempre belle, impeccabili e curate non c’è mai tempo da perdere. Persino le ore dedicate al vostro sonno di bellezza possono rivelarsi preziose per qualche cura extra di pelle e capelli.

Maschere notturne e piccoli accorgimenti sono infatti i nuovi segreti beauty che noi donne dobbiamo imparare a sfruttare al meglio.

Oggi ci occupiamo dei capelli e di come ritrovarli belli, luminosi e nutriti al nostro risveglio. Basteranno 5 tips da mettere subito in pratica!

1 – Capelli asciutti

Andare a dormire con i capelli bagnati non è solo un male per la cervicale ma anche per la chioma stessa. Innanzi tutto i capelli bagnati sono più fragili e l’attrito con il cuscino certo non verebbe ben recepito dalle nostre ciocche. In secondo luogo la federa stessa è un ricettacolo di batteri, cellule morte, sudore e oli della nostra pelle: con l’aggiunta dell’umidità dei capelli si trasformerà nel paradiso dei germi.

2 – Trattamenti notturni per capelli

Sono la classica moda del momento da assecondare. I lunghi tempi di posa aiuteranno la maschera a penetrare in profondita e basterà una semplice cuffia per non imbrattare il cuscino. Insomma, minimo sforzo massima resa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Acqua micellare: mai provata sui capelli?

3 – La federa di seta

E’ la soluzione perfetta per ridurre al minimo ogni tipo di attrito sul capello e, con esso, anche gli eventuali danni conseguenti. Non si tratta dunque solo di una soluzione elegante e un po’ sexy ma di un vero e proprio “salva-capelli”

4 – Shampoo a secco prima di dormire

Una spruzzatina sulle radici è l’ideale per svegliarsi poi con una chioma leggera e voluminosa: i cattivi odori saranno assorbiti e, con essi, anche gli oli prodotti durante la notte. Un colpo di spazzola al mattino e sarete pronte per uscire.

5 – Colpi di spazzola soft

Lasciata ai romanzi piccandi la teoria dei 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire. Spazzolare troppo i capelli infatti rischia di stressarli: limitatevi allora a districare i nodi con un pettine dai denti larghi e avrete fatto un lavoro più che sufficiente.