Si conoscono in Chat e decidono di sposarsi, ma spuntano i carabinieri e li denunciano


Decidono di giungere al matrimonio, dopo essersi conosciuti in chat, ma nella realtà era uno stratagemma per ottenere il rinnovo del permesso di soggiorno.
Un marocchino di 28 anni e una romena di 43,  (15 anni di differenza) sono stati colti in flagrante e denunciati dai carabinieri nel Cuneeese per false dichiarazioni a pubblico ufficiale e permanenza illegale in Italia.
Il blitz delle forze dell’ordine si è concretizzato a pochi minuti dal sì, davanti al sindaco di Canale.

I militari hanno bloccato la finta cerimonia che i due avevano organizzato in fretta e furia, senza parenti né tantomeno festeggiamenti.
Da quanto sembra i due non parlavano neppure la stessa lingua e si erano incontrati una sola volta dal vivo solo per organizzare il falso matrimonio.
Le indagini dei carabinieri sono rivolte a questo punto anche su eventuali casi analoghi attraverso gli intermediari che avrebbero combinato l’incontro tra i due “promessi sposi”.