Home Coppia

4 sintomi di una storia impossibile da rianimare

CONDIVIDI
iStock Photo

Le storie d’amore sono un organismo vivo: nascono, crescono, si nutrono e, ahimè, si ammalano. Certe volte è possibile tentare di curarle e, magari, salvar loro la vita, altre volte, ahimè, l’accanimento terapeutico può esser non solo inutile ma anche crudele.

Certe storie sono malati impossibili da rianimare. Riconoscerle è difficile perché spesso preferiamo ignorare i sintomi ma ne esistono 4 che sono altrettanti campanelli d’allarme impossibili da trascurare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Coppia: i campanelli d’allarme che annunciano l’arrivo della crisi

A individuare questi quattro sintomi è stato John Gottman, psicologo dell’Università di Washington e fondatore del Gottman Institut. Dopo anni di studi dedicati al comprendere a fondo in che cosa consista la soddisfazione e stabilità in una relazione, Gottman e i suoi collaboratori sono giunti a circoscrivere i quattro fattori, conosciuti come i quattro cavalieri, i quali possono essere sintomo di una separazione assicurata.

Scopriamo allora insieme i 4 sintomi di un amore impossibile da rianimare:

1 – Disprezzo

Si manifesta spesso con una tendenza a ritenersi superiore rispetto al partner o, per dirla in altro modo, a ritenere costui inferiore a noi. Decisamente lo step precendete la tomba per la nostra storia.

2 – Critica

Alcuni studi hanno provato come l’amore renda realmente ciechi. Il sentimento che ci lega all’altro ci spinge anche ad esaltarne tanto i pregi da non riuscire a vederne i difetti. Una visione oggettiva del partner sarebbe dunque già un campanello d’allarme ma arrivare addirittura a puntuali e costanti critiche sulla sua persona, senza alcuno scopo costruttivo, sembra essere il capolinea definitivo della storia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Relazione sbagliata? 5 segnali che è meglio metterci un punto

3 – Stare sulla difensiva

Qui si racchiudono tutti quegli atteggiamenti che tendono ad elevare il tasso di ansia e astio in una discussione impedendole di arrivare a una vera conclusione. Il non prendersi mai la responsabilità (anche solo parziale) di un problema, cercare di arrampicarsi sugli specchi, ribattere a critica con critica sono tutti comportamenti che uccidono la storia.

4 – Ostruzionismo

E’ ciò che avviene quando si è oramai emotivamente distanti: l’interesse di discutere, confrontarsi,risolvere i problemi viene meno e così i battibecchi vengono troncati brscamente, alla critica si risponde con il silenzio e la storia va morendo