Home Gossip

L’ironia di Alena Seredova: “Le corna? Non è mai morto nessuno”

CONDIVIDI

alena seredova

Alena Seredova torna a parlare del matrimonio con Gigi Buffon. Per annni, la bellissima Alena e il portiere della Juventus hanno formato una meravigliosa coppia. Dal loro amore sono nati due splendidi bambini, Louis Thomas e David Lee che sono la gioia più grande della Seredova. Quella tra Gigi Buffon e Alena Seredova sembrava così essere una storia destinata a durare per sempre ma l’incontro tra il calciatore e Ilaria D’Amico ha cambiato per sempre le cose. Buffon, infatti, ha scelto di formare una famiglia con la giornalista mentre Alena Seredova, smaltita la sofferenza, ha ritrovato la felicità accanto ad Alessandro Nasi.

ALENA SEREDOVA E L’IRONIA SULLE CORNA

Nonostante sia passato del tempo, Alena Seredova ha parlato nuovamente della fine del suo amore con Gigi Buffon. L’ex modella l’ha fatto con la solita ironia e schiettezza. “Per essere una… (fa il gesto delle corna sulla sua testa, ndr)… non è mai morto nessuno. Si può andare tranquillamente avanti, si può stare anche bene e si può stare anche meglio”, ha detto in un’intervista al programma Le Capitane su Spike Tv.

Se potesse tornare indietro, tuttavia, Alena non cambierebbe assolutamente nulla: “Nella vita privata rifarei tutto perché vorrei comunque tanto avere Louis e Dado. Loro sono un po’ di me e un po’ del papà perciò se li avessi avuti con qualcun altro sarebbero un po’ diversi e io li amo così, li vorrei così”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE—->Gigi Buffon e Ilaria D’Amico: ecco Leopoldo Mattia

Nonostante non sia più la moglie di Gigi Buffon, Alena Seredova è rimasta nel cuore di tutti i tifosi della Juventus. La modella si prende così una piccola rivincita sull’ex marito portando a casa l’affetto sincero dei tifosi bianconeri. “Nel cuore di tanti tifosi, io sono comunque rimasta. Quella forse è una piccola vittoria”, ha aggiunto.

L’estate scorsa estate, ai microfoni del settimanale Chi, Alena Seredova parlò così della fine del suo matrimonio:

“È come se la mia casa avesse preso fuoco e il mio unico pensiero fosse quello di portare in salvo i miei bambini. Sono riuscita a ragionare, a tenere duro per i miei bambini, ho la coscienza di aver fatto di tutto per farli stare bene e posso andare avanti a testa alta, ma non è stato facile. Ho preso una botta che mi ha dato l’adrenalina per reagire, ma poi ho pagato la stanchezza di dover nascondere ai figli il dolore che provavo per loro. Oggi sono una donna che ha i problemi di tutte le famiglie separate e, quando sento dire: ‘Andiamo tutti d’accordo’, penso che sia una balla colossale”.