Home Attualità

Lenzuola: ecco ogni quanto cambiarle per non correre rischi

CONDIVIDI

donna che dorme

Cambiare le lenzuola è una di quelle pratiche spesso considerate noiose, così accade spesso che tra una cosa e l’altra si finisca per rimandare la cosa arrivando a dimenticarsene per qualche giorno. A chi non è mai capitato? Eppure, secondo un microbiologo, non c’è nulla di più sbagliato. Il cambio delle lenzuola, infatti, è qualcosa da non rimandare e da ripetere settimanalmente. Il rischio, in caso contrario, è quello di incorrere in brutte infezioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Il trucco miracoloso per pulire le sneakers bianche

Ecco perché sarebbe meglio cambiare le lenzuola almeno una volta a settimana

A dare la notizia è stato Philip Tierno, un microbiologo dell’Università di New York secondo cui non cambiare le lenzuola rende il terreno più fertile a funghi e batteri.
Il letto è uno dei posti dove passiamo gran parte della vita e, tra sudore ed umidità, il microclima per i funghi è praticamente servito.
Un recente studio ha rivelato che dopo un anno e mezzo di utilizzo i cuscini possono avere addirittura 17 tipi di funghi. Situazione analoga a quella dei letti dove si depositano microbi che noi stessi produciamo attraverso l’esfoliazione della pelle, gli starnuti, il sudore, etc…

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Problemi del sonno? Prova ad aprire porte e finestre prima di andare a letto

Non vanno poi dimenticati gli acari, i peli degli animali, lo sporco che portiamo da fuori. Sui letti si deposita di tutto e, per questo motivo, al fine di non contrarre malattie l’ideale sarebbe quello di cambiarle almeno una volta ogni sette giorni.
Se non lo si fa, il rischio è quello di trovarsi vittime di mal di gola ed irritazioni dovuti all’inalazione di funghi e batteri.
Per gli stessi motivi anche pigiami e biancheria da notte andrebbero cambiati con la stessa frequenza.