Home Psiche

Ti senti spesso giù di corda? Potrebbe dipendere dal tuo senso di giustizia

CONDIVIDI

donna alla finestra

Quante volte ci si trova davanti a qualcosa che si reputa ingiusta sapendo di non poter far nulla per cambiare le cose? Spesso si tratta di una notizia che passa al telegiornale o di immagini o news che arrivano da Facebook e dal web in generale. Notizie che rattristano per un attimo o che colpiscono al punto da lasciare sconvolti per parecchie ore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Sei stressato? 5 sintomi te lo proveranno

Ecco come un forte senso di giustizia può causare sintomi depressivi

Le persone che tendono a provare rabbia o dolore davanti ad ingiustizie che riguardano gli altri, sono più predisposte a sentimenti come la tristezza o l’ansia e col tempo potrebbero sviluppare  sintomi depressivi.
A stabilirlo è stato uno studio condotto presso l’università Tamagawa di Tokyo dove l’esperto Masahiko Haruno ha studiato l’attività cerebrale di un gruppo di giovani attraverso la risonanza magnetica. Gli stessi, sono stati divisi in due gruppi, uno formato da individui con un forte senso di giustizia e l’altro da soggetti più legati ai propri interessi. Ne è emerso che il primo gruppo, anche se posto davanti ad ingiustizie legate a persone sconosciute aveva un’attivazione netta delle regioni neurali legate a sintomi come stress ed ansia. Al contrario, il secondo gruppo, subiva gli stessi effetti solo se i problemi lo riguardavano in prima persona.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Addobbare casa in anticipo rende più felici

In seguito a dei questionari è emerso che il primo gruppo, quello formato dalle persone con un forte senso di giustizia, era più incline a momenti di stress, tristezza e di depressione.
È quindi chiaro che chi pensa principalmente a se stesso vive molto meglio, almeno da un punto di vista legato ad ansie e stress.