Home Psiche

Ecoterapia: passeggiare all’aperto fa bene alla salute

CONDIVIDI

natura

La natura, si sa, è da sempre considerata come un aspetto positivo per la persona. Rifugiarsi in montagna o in campagna è sempre sinonimo di momenti di relax così come lo è riuscire a coltivare un piccolo angolo di verde, sia in un giardino, per i più fortunati, che nel proprio balcone di casa. Vivere il verde è qualcosa di insito nell’essere umano ed è forse per questo che in periodi di forte stress il pensiero di trovarsi immersi nella natura, genera già da solo un po’ di buon umore.
Ebbene, proprio da quest’idea ha origine l’ecoterapia, un nuovo modo per guarire corpo e mente che presto potrebbe esserci prescritto addirittura dai medici curanti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Sei stressato? Cinque sintomi te lo proveranno

Curarsi con l’ecoterapia. Ecco come funziona

L’idea, come spesso avviene per ciò che è innovativo, arriva dall’America e, più precisamente da un progetto coordinato dal medico della no profit Park RX America and Unity Healthcare, il dottor Robert Zarr. Secondo il suo parere e dopo l’osservazione di vari casi clinici, infatti, una passeggiata al parco o, ancor meglio, in un bosco, dona notevoli benefici ai pazienti.
Una cura piacevole da fare e che, per i pazienti in cura, andrebbe ad unirsi a quelle farmacologiche, portando a risultati più rapidi ed efficaci.
Ad oggi, infatti, sono diversi gli studi che dimostrano che una passeggiata al parco porta benessere sia ai pazienti depressi che a quelli con grande deficit dell’autostima. Se si considera, poi, che camminare è normalmente una delle prescrizioni che i medici (anche italiani) danno ai pazienti diabetici, il collegamento è ancora più semplice.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Quindici minuti al giorno di solitudine possono sconfiggere lo stress

Ma in cosa consiste esattamente l’ecoterapia? Secondo Robert Zarr non si tratta semplicemente di camminare all’aperto ma di concentrarsi sui tanti elementi che fanno parte della natura. Elementi come l’odore dell’erba, il canto degli uccelli, il suono delle correnti dei corsi d’acqua o l’osservazione dei colori offerti da alberi, foglie e fiori. È questo ciò che fa la differenza e che sta portando i vari medici a vedere nella natura il luogo ideale dove alleggerire la mente, aiutando così il processo di guarigione.