Home Senza categoria

Le donne italiane e le scommesse online: una sorpresa

CONDIVIDI

Non è una novità

Vi è una lunga scia di grandi giocatrici del passato: la contessa dei Romanov, Natalia Golitsyna, che per un periodo fu ospitata a corte dalla Regina Maria Antonietta proprio per giocare d’azzardo; Kitty Leroy, che teneva testa ai giocatori di poker del Far West; ma anche Lotti Deno, che a metà dell’Ottocento vinceva in tutti i casino dal Kentuky, fino al Texas.

E oggi sembra arrivato il turno delle donne italiane che sembrano non voler lasciare il mondo del gaming in mano ai soli uomini.

Una presenza in costante aumento

Una visione maschilista e superficiale del fenomeno potrebbe far pensare ad un universo di appassionati di betting online limitato ad una metà della popolazione italiana. In realtà, la questione non può essere liquidata così facilmente.

Infatti, nel corso degli ultimi anni, le donne della penisola si sono avvicinate sempre più ai casino online e, secondo alcuni dati recentemente raccolti, sembrerebbe esserci quasi un’equa ripartizione tra i due sessi; ma non è finita perché il trend di femminilizzazione delle scommesse online è ancora in crescita.

E non basta, dato che il “gentil sesso”, oltre ad aver invaso un settore che nella concezione dei più (e basta fare un giro sui forum dedicati al settore scommesse e giochi online per rendersene conto) sembrava essere solo maschile, otterrebbe anche la maggior quota di vincite.

L’indagine: tra chi scommette metà è donna

La ricerca è stata condotta dall’Osservatorio dei Giochi, su di un campione di 1.000 persone tra i 25 e i 65 anni, registrate presso un sito online di gambling: qui il 49% è donna, per la maggior parte fino a 45 anni.

Come per molti altri fenomeni, anche in questo caso la crescente disponibilità di smartphone e di app per il gaming e il betting online consente di spiegare in parte la tendenza. Il fatto di poter giocare nelle pause di lavoro o di potersi ritagliare qualche minuto di tempo tra il figlio da accompagnare a scuola e la spesa da fare al supermercato consente infatti anche alla madre di famiglia di giocare.

E infatti i giochi preferiti dalle donne sono quelli che hanno una maggiore velocità di esecuzione, come le slot machine e il blackjack, video slot, gratta e vinci e bingo: specialità che consentono di giocare due mani in un minuto di tempo

Giochi rapidi, meno investimenti e più vincite

Se sbaglia chi pensa che lo scommettitore tipo sia maschio, sbaglia anche colui che pensa che la scommettitrice tipo sia casalinga.

La maggior parte (38%) delle donne iscritte ad un sito di gioco online infatti è una donna con una vita professionale piena, il più delle volte sta facendo carriera e effettua le sue puntate durante le pause di lavoro, nei tragitti in taxi dall’aeroporto all’ufficio oppure la domenica, rilassata sul divano di casa. Una scommettitrice su 3 è casalinga e approfitta dei momenti “vuoti” della giornata per collegarsi tramite smartphone, prevalentemente, ma anche da pc.

Un altro elemento interessante tra quelli che caratterizzano il profilo della scommettitrice femminile è relativo al tempo passato online. Anche se la preferenza delle donne va a giochi più rapidi in quanto a esecuzione, il numero di ore trascorso a scegliere il gioco e a giocare è maggiore rispetto a quello degli uomini.

Infatti, la scommettitrice italiana passa prima in rassegna il sito per sincerarsi che si tratti di un bookmaker autorizzato da regolare licenza AAMS. Successivamente, effettuata la registrazione, inizia la fase di attenta valutazione del gioco, delle modalità e delle puntate.

Questo fa sì che, alla fine, le donne trascorrano più ore su siti come quello di William Hill per scommesse online, ma spendano di meno rispetto ai colleghi maschi. Insomma, l’uomo è più impulsivo, mentre la donna sembra essere più razionale nell’approccio al gaming e al betting.

E questa razionalità sembra premiare, dato che, nel campione, il 59% delle vincite è ottenuto dalle donne!