Home Grande Fratello

Il duro sfogo di Raffaello Tonon: “sono stato amato male”

CONDIVIDI

Tonon

Il Grande Fratello a volte è testimone di momenti di introspezione in cui i concorrenti, ormai isolati dal mondo da diverso tempo, si trovano a fare i conti con se stessi e con la propria esistenza. Di recente un momento simile è toccato a Raffaello Tonon che, durante un momento di fragilità ha condiviso qualcosa sulla sua famiglia, spiegandone i problemi e dicendo di essere stato amato male.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Francesco Monte dice di no all’incontro con Cecilia

Il duro sfogo di Tonon contro i genitori

Durante un momento di raccoglimento con i propri compagni d’avventura, Tonon ha messo a nudo alcune parti della sua vita, toccando un argomento per lui delicato: il rapporto con i genitori.
Da tempo in rotta con il padre, Raffaello ha spiegato come anche la madre non sia stata un supporto in grado di dargli quanto gli serviva nel difficile periodo della crescita.

Stimo mia madre, la stimo come donna. Però non sono stati in grado di fare i genitori. In certi aspetti della mia vita, sono stato un figlio amato male da parte di mia madre. Non sono stato un figlio incoraggiato. Sono stato coccolato fisicamente, io e mia madre abbiamo sempre avuto un grande rapporto fisico. Mia madre era un’abbracciona, una baciona, però sui fondamentali non c’era.

Tonon ha proseguito dicendo di stimare la madre per il mondo interiore meraviglioso, sostenendo che nella vita ha commesso tantissimi errori ma che ha avuto la forza di andare avanti. L’opinionista ha continuato dicendo di stimarla come donna ma non come madre. Da quel punto di vista, infatti, non si è mai sentito supportato a dovere. La sua conclusione è quindi quella di essere stato amato male da lei.
Parole più dure quelle che invece ha riservato al padre, da lui definito come un uomo da mettere alla gogna. Un pezzo di carne con gli occhi, un uomo d’apparenza. Un uomo che si è sposato con una bellissima donna, solo perché la famiglia ci vuole.
Nel suo racconto Tonon ha dichiarato di non essere stato apprezzato o stimato nel modo giusto e che questo lo ha portato ad essere quel che è oggi.

Il risultato è quello che sono. Sono stato amato male.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Luca Onestini e il mistero dell’ammiratrice segreta

Parole cui Giulia De Lellis ha replicato facendogli notare che non è una brutta persona. A quel punto, Tonon ha quindi spiegato che il problema non è il rapporto che ha con gli altri ma con se stesso.
Parole forti cui Raffaello ha fatto seguire un pianto liberatorio, supportato dai suoi coinquilini che hanno cercato di consolarlo, standogli accanto e lasciandolo sfogare.