Home Attualità

Carlo Conti: “Fabrizio Frizzi è a casa”

CONDIVIDI

Io sono solo il supplente

Così Carlo Conti si era ripresentato al pubblico di L’Eredità un paio di settimane fa, quando era tornato a condurre il programma in seguito al malore che il 23 ottobre aveva colpito il collega e amico Fabrizio Frizzi proprio mentre registrava una puntata del quiz televisivo.

Adesso è ancora una volta il “conduttore supplente” ad aggiornare il pubblico di Mamma Rai circa le condizioni di salute del “titolare di cattedra”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Ambra Angiolini e Allegri: fidanzamento ufficiale?

Fabrizio Frizzi adesso è a casa. Ci sta seguendo

Così Carlo Conti ha svelato a La Vita in Diretta gli attuali progressi del collega, facendo capire che è finalmente uscito dall’ospedale Policlinico Umberto I dove era stato condotto d’urgenza due settimane fa.

Il momento del rientro sembra dunque sempre più vicino anche se la famiglia persevera nel mantenere quello stretto riserbo che ha richiesto fin dai primi momenti seguiti al ricovero. Così infatti si erano espressi da subito i suoi cari:

Fabrizio, nella sua vita personale e professionale, ha sempre tenuto in grandissima considerazione il rispetto per le persone, chiedendo al tempo stesso la massima discrezione per la propria vita privata. Ed è questo stesso tipo di considerazione che Fabrizio chiede ora

L’azienda è però rimasta da sempre vicino al suo conduttore e sono dunque gli esponenti della Rai a parlare ancora una volta e, fortunatamente, a comunicare buone e rassicuranti notizie.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Vanessa Incontrada: basta parlare dei chili di troppo

Ricordiamo che a colpire Fabrizio Frizzi è stata un’ischemia, un malore da subito giudicato fortunatamente non dei più gravi poiché il conduttore è apparso sempre vigile e reattivo. Da simli colpi però non ci si può certo riprendere in una manciata di ore e così Frizzi sta ora prendendosi il giusto tempo per recuperare, tranquillo forse anche perché sa che in cattedra per il suo programma del momento è salito un supplente che, oltre che un collega fidato, è anche un grande amico.