Home Antipasti

Focaccia con fichi e timo: riceta per un antipasto goloso e profumato

CONDIVIDI

La ricetta che CheDonna.it vuole proporvi oggi è la soluzione ideale per un buffet ma anche per un aperitivo che sia il perfetto avvio per una cena tra amici all’insegna del gusto e della genuinità.

La focaccia con fichi e timo è infatti non solo una bontà facile da preparare ma anche un successo garantito per ogni cuoca. Scopri allora insieme a noi come prepararla a puntino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Video ricetta: torta al latte con i fichi

Per preparare la nostra focaccia fichi e timo occorreranno pochi e semplici ingredineti. Verificate di averli tutti e poi… mettetevi all’opera!

Ingredienti:
150 gr di farina 00,
150 gr di semola rimacinata,
50 gr di formaggio grattugiato,
8 gr di lievito di birra fresco,
8 gr di sale,
1 cucchiaio di olio e.v.o.,
300 ml di acqua leggermente calda,
15 fichi freschi,
1 manciata di timo

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> TUTORIAL CUCINA: tortine ai fichi e caprino

Iniziamo unendo in una ciotola capiente le due farine, il formaggio e l’olio. Inziamo subito ad impastare versando un poco alla volta l’acqua tiepida in cui avremmo fatto precedentemente sciogliere il nostro lievito. Aggiustiamo di sale e continuiamo a lavorare energicamente con le mani: dobbiamo impastare fino a quando non otterremo un paneto soffice, omogeneo e leggermente appiccicoso, che copriremo con una pellicola e lasceremo lievitare fino al raddoppio del volume.

Intanto laviamo bene i fichi e tagliamoli a fettine non troppo sottili.

E’ giunto il momento di stendere l’impasto. Lo trasferiamo direttamente su una placca da forno ben oliata o rivestita di carta forno. Stendiamo bene con le mani e, quando saremo soddisfatte, spennelleremo con un’emulsione di acqua e olio. Poggiamo sopra le fette di fichi e premiamo leggermente per farle affondare. Una spolverata di timo e saremo pronte per andare in forno: circa 30 minuti di cottura a 200 gradi dovrebbero bastare ma, per stare sicure, controllate che la doratura, deve essere impecabile.

Portatela in tavola ancora tiepida e profumata e, per arricchirla ulteriormente, accompagnala a qualche fetta di speck o, per rimanere nella tradizione, di prosciutto crudo.