Home Dieta e Alimentazione

Dieta Montignac, perdi peso tenendo d’occhio l’indice glicemico

CONDIVIDI

Perdere peso è uno dei buoni propositi che si formulano a Settembre al rientro dalle vacanze estive, durante le quali molto spesso non si fa caso alla linea e ci si lascia andare soprattutto a tavola.

Uno dei regimi alimentari più in voga da anni è senza dubbio la dieta Montignac, che porge la sua attenzione all’indice glicemico dei cibi.

Questo regime dietetico prende il nome dal suo creatore Michel Montignac che lavorando in una indistria farmaceutica e soffrendo di obesità, decise di studiare una dieta basata sull’indice glicemico dei cibi.

Questa dieta, aiuterebbe a perdere peso ma sarebbe perfetta per prevenire le malattie cardio vascolari. Basandosi infatti sullo studio dell’indice glicemico dei cibi, ridurrebbe la veloicità di assorbimento degli zuccheri e di conseguenza la risposta insulinica e l’impatto glicemico sull’organismo.

I consigli per seguire la dieta Montignac

La dieta Montignac prevede l’assunzione di cibi con indice glicemico inferiore a 50. Come si legge sul sito ufficiale:

” Il Metodo Montignac non è una dieta nel senso tradizionale del termine…Al contrario, il Metodo Montignac è una modalità alimentare equilibrata e non restrittiva sul piano quantitativo. Si basa essenzialmente su scelte preferenziali di alimenti all’interno di ogni categoria principale: glucidi (zuccheri e carboidrati) , lipidi (grassi) e proteine”

Gli alimenti consentiti dal metodo sono: frutta, olio di oliva, yogurt magro, uova, pane integrale, carne bianca, carne rossa, pesce, salumi, formaggi freschi e stagionati, lenticchie, fagiolini, insalata, pomodori, spinaci, melanzane, cavoli, broccoli, zucchine, cioccolato nero, albicocche, mandorle, noci, latte, carote, fragole, spaghetti al dente, uva, olio di girasole.

-> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Dieta: elimina il grasso addominale con la dieta Stork 

Gli alimenti non consentiti dal metodo sono: patate, patate fritte, margarine, zucchero, farine bianche, dolci, riso, pasta troppo cotta, pasta fresca, gelato, banane, fette biscottate, purè di patate, crepes, toast, kiwi, melone, ravioli, peperoni, patate bollite, carote cotte, miele e marmellata.

Un regime alimentare che elimina tutti gli zuccheri lavorati, come quello bianco, le farine bianche, la frutta molto dolce e che prevede l’utilizzo di molte fibre sotto forma di verdure e farine integrali.

Semplice da seguire anche se la rinuncia ai dolci potrebbe rappresentare un grande ostacolo per i più golosi.

Prima di intraprendere qualsiasi regime dietetico, consultare il proprio medico curante o medico dietologo, soprattutto se i chili da perdere sono molti.

(Fonte: checucino.it)

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Dieta del 10: l’alimentazione che ci allunga la vita 

GUARDA LA NUOVA VITA DI ELISABETTA CANALIS -IL VIDEO-