Capelli: come capire quando lavarli

I capelli sono uno dei biglietti da visita di una donna, per questo ogni girono dedichiamo loro cure particolari, acconciature e soprattutto cerchiamo sempre di avere una chioma fresca e pulita.

Ma esiste una regola chiave per sapere quando lavare i capelli? No, perché tutto dipende dalla tipologia di capelli che si possiede.

L’unica informazione certa è che non è salutare lavarli ogni giorno. Anche nel periodo estivo, durante le vacanze al mare, sarebbe bene non bagnare ogni giorno i capelli con l’acqua salata o il cloro della piscina, proprio per preservarne la salute e la bellezza.

In generale però, secondo gli esperti, esistono alcuni fattori e caratteristiche da considerare per capire quando dover lavare i capelli.

Capelli, come capire quando è ora di lavarli secondo gli esperti

Per capire con quale frequenza sarebbe giusto lavare i propri capelli, dovremmo guardarci allo specchio e capire che tipo di capelli abbiamo.

In generale siamo portati a lavare i capelli, quando cominciamo a vederli lucidi e privi di volume, ma questo non accade a tutte le chiome.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Capelli ricci, per renderli lisci e setosi, arriva una pillola 

Chi ha i capelli folti e grossi, difficilmente vedrà l’effetto lucido, poiché il sebo prodotto naturalmente dal cuoio capelluto, non sarà portato a distribuirsi su tutta la lunghezza dei capelli, ma si fermerà alle radici. Sarà necessario rinfrescare questa parte e poi allungare la detergenza alle lunghezze anche solo due volte a settimana.

Per chi invece, possiede capelli lisci e fini, l’effetto lucido potrebbe diventare un episodio con cui fare i conti, almeno dopo un giorno dallo shampoo.

In questi casi, sarà un’ottima idea, utilizzare uno shampoo secco il secondo giorno e lavarli nella terza giornata.

La cosa importante da ricordare, sarà quella di non utilizzare mai prodotti troppo aggressivi, indicati per i capelli grassi.

L’eccessivo contenuto di sostanze sgrassanti, potrebbero provocare l’effetto contrario, quello di disseccare la cute inizialmente per poi portarla a produrre più sebo nei giorni successivi.

Il cuoio capelluto andrebbe deterso in modo delicato e con prodotti dalla composizione quanto più possibile ‘green’ senza siliconi e petrola

Solo in questo modo si riuscirà a riequilibrare la produzione di sebo e a mantenere i capelli sani e puliti per diversi giorni.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Schiarire i capelli: i metodi naturali per l’estate 2017 

GUARDA LA NUOVA VITA DI ELISABETTA CANALIS -IL VIDEO-

Da leggere