Il suo vicino di posto in aereo la prende in giro chattando con gli amici: la reazione della ragazza sovrappeso è la miglior vendetta

0
16

A chi non è mai capitato di subire un torto, venir umiliati e trovarsi nell’impossibilità di reagire? Spesso non si sa semplicemente cosa dire, le parole non vengono, il dolore è tanto da lasciarci ammutoliti: quell’offesa ci ha colpito e noi non siamo nella posizione di reagire.

Qualche volta però per fortuna c’è chi riesce a uscire dalla paralisi e, con grande classe, prendersi la rivincita che ribalta i ruoli e trasforma l’umiliatore in umiliato. La storia che vi raccontiamo oggi narra proprio una grande rivincita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Una foto in bikini per riportare il web con i piedi per terra

Ragazza sovrappeso viene presa in giro in aereo

Il caso in questione è scoppiato quando Natalie Hage, modella plus size, ha condiviso con i suoi numerosi follower di Instagram la foto che potete vedere qua sopra. Il testo raccontava in diretta uan disavventura che, purtroppo, in parecchi avranno avuto la sfortuna di vivere.

Lasciamo il racconto dei fatti alle sue stesse parole:

Sto esplodendo adesso. Sono su un volo per LA dell’Americanair. Ho pagato quasi 70 dollari in più per questo posto in cui sono dato che so che so di aver bisogno di un piccolo spazio extra per le gambe. Io sono estremamente ansiosa quando volo ma c’erano solo i posti centrali disponibili quindi ho dovuto prendere quello che potevo. Appena mi sono seduto, il gentiluomo alla mia sinistra ha cominciato a soffocare, sospirando e riattaccandosi nel suo sedile. Lo vedevo scrivere furiosamente e poi celare volontariamente il telefono alla mia vista. Quindi, naturalmente, la volta successiva in cui ha scritto, ho buttato un occhio. I messaggi erano su di me e sono quasi persuasa che mi abbia scatato delle foto. Non solo i messaggi erano su di me, ma erano veramente cattivi e brutti, anche con il destinatario di nome “linda” che torna a ribattere le retoriche di scherno … qualcuno che non può nemmeno a vedere la situazione. Se non riuscite a leggere i testi, dice “spero che non abbia mangiato cibo messicano” e la sua risposta è “credo che abbia mangiato un messicano”. Poi continua dicendo che sta lasciando un segno di collo sul finestrino perché è praticamente schiacciato contro il muro. Dalle foto potete vedere che non invado minimamente il suo spazio. Ha anche preso entrambi i braccioli apposta, arrivando nel mio spazio e conficcando i gomiti sul mio fianco … che è nel mio posto. Il successio messaggio era “se il notiziario riportasse di un DFW airbus a321 che ha lasciato la pista senza ruotare, sarà il mio volo”. Un altro che vedo dopo? “Se questi sedili non tengono, non avrà importanza”. E sono solo alcuni dei messaggi. Ce ne erano molti altri. Non gli ho fatto niente. Sono nel mio posto, completamente (vedi foto). Sono raggomitolata in una palla cercando di non scocciare. Sono così sconvolta. Ho chiesto all’altro uomo alla mia destra se potesse cambiare posto egli ho spiegato cosa l’uomo alla mia sinistra stava dicendo di me e lui, ridendo, si è rifiutato. Va bene, non è un suo problema. Questa è la realtà quotidiana di una persona grassa e non solo su un aereo. Questo accade su un autobus, in piedi in fila presso il negozio di alimentari, in un concerto, su internet. Puoi essere completamente nel tuo spazio, non dar fastidio a nessuno, e la gente ancora ce l’avrà con te e cercherà di farti del male. Tutto quello che puoi fare è sapere che non hai fatto nulla di sbagliato, solo esistere e andare avanti. Questo mi fa solo provare una mescolanza di rabbia e tristezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> “Torni a casa e trovi un altro uomo nel tuo letto con la donna che ami”: il selfie per annunciare il tradimento riscuote la solidarietà del web

Quando l’aereo è atterrato Natalie non ha potuto fare a meno di manifestare tutto il suo disappunto al vicino che, sprezzante via messaggio, si è dimostrato decisamente meno impavido a quattr’occhi. Mentre con il cellulare registrava il dialogo, Natalie ha spiegato come gli insulti rivoltigli fossero imperdonabili e prendessero di mira qualcuno che il signore nemmeno conosceva: come poteva sapere il perché della taglia di Natalie, come poteva esser tanto cattivo senza aver subito alcun torto? Il signore, dopo un iniziale tentativo di giustificazione, si è scusato e ha ammesso la sua colpa ma, ahimè, il danno oramai era fatto.

Fortunatamente però Natalie ha deciso di usare la sua popolarità di modella per rendere pubblica la sua disavventura e, proprio da tale scelta, è giunta la sua più grande rivalsa. Un sostegno a dir poco planetario ha infatti colpito la giovane che ora, senza dubbio, si sentirà meno sola nella sua battaglia.

In uan successiva foto su Instgram Natalie scrive:

Il supporto oggi è stato assolutamente incredibile. Sono quasiintimorita da tutto l’amore e la gentilezza che molti di voi mi hanno dimostrato