Home Coppia Relazioni di coppia: Cuore infranto addio! Il cervello lo può riparare.

Relazioni di coppia: Cuore infranto addio! Il cervello lo può riparare.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:05
CONDIVIDI
(ISTOCK).

La fine di una relazione di coppia è sempre un momento difficile sia se si è stati lasciati sia se si lascia in comune accordo. La rottura porta con sè una serie di malesseri più o meno duraturi che ci portano a vivere in uno stato di tristezza e apatia avvolti da una coperta di dolore. Abbiamo il cuore rotto e abbiamo bisogno di tempo per rimettere insieme i pezzi.

Cuore rotto?Il cervello lo può riparare!

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:5 cose che le coppie felici fanno prima di andare a dormire

Cuore infranto e dolorante da oggi hai vita breve, a quanto apre infatti il nostro cervello è in grado di aggiustarlo ma solo se correttamente allenato e supportato. E’ quanto emerge da una recente ricerca effettuata dall’università di Cambrige e secondo la quale il nostro cervello sarebbe in grado, grazie al sostegno delle tecnologia, di guarire i cuori infranti.

Il nostro cervello è una fonte di conoscenza potremmo dire anche senza fine, e prendendo spunto dell’idea che i sentimenti possono essere generati dal cervello appunto, la scienziata Barbara Sahakian ha dato il via a questo studio che permetterebbe al cervello di curare i cuori infranti. La dottoressa infatti si è concentrata sullo studio dei neuroni responsabili delle disfunzioni emotive e comportamentali. Studiando quindi i comportamenti compulsivi la dottoressa  Sahakian sarebbe riuscita a trovare il modo di “riprogrammare” il nostro cervello attraverso l’ausilio di un computer sul quale svolgere dei compiti.

In questo modo la scienziata avrebbe trovato il modo di aggiustare i cuori infranti. La dottoressa ha sottoposto i soggetti esaminati ad una serie di semplici esercizi come ad esempio rispondere a destra o alla sinistra dello         schermo, un compito semplice per attivare e rafforzare  la corteccia prefrontale dove si trovano la funzioni esecutive e quelle del controllo inibitorio. Secondo molti neuroscienziati questa parte del cervello può essere esercitata come un normalissimo muscolo così ad renderlo più reattivo agli stimoli emotivi.

La stessa dottoressa ha infatti affermato che:” I lobi frontali esercitano il controllo in situazioni diverse. Che sia un semplice lavoro di formazione cerebrale, o l’arresto di pensieri sul dolore per una rottura amorosa. L’esercizio potrebbe impedire anche di compiere azioni che ci mettono in ridicolo. Tra queste mandare messaggi da ubriachi, farsi trovare sotto casa dell’ex in lacrime”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Coppia: il regalo per l’anniversario di matrimonio tra storia e curiosità