Intimità: L’amore ha lo stesso effetto di una droga sul nostro organismo

0
7
(istock)

Gli interruttori della passione si trovano nel nostro cervello e non solo a quanto pare l’amore svolgerebbe sul nostro organismo le stesse funzioni e gli stessi effetti di una droga a confermarlo una ricerca americana. Vogliamo sentirci liberi euforici e senza inibizioni? Basta innamorarsi!

Drogati d’amore? Si se siamo innamorati!

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Intimità: Le disforie e gli effetti collaterali dell’intimità

L’innamoramento è tutta una questione cerebrale  a renderlo noto una ricerca d’oltre oceano svolta presso la Emory University ad Atlanta. Secondo questi scienziati l’incontro con una persona che ci piace produce quella sensazione di euforia che da l’assunzione della cocaina. Questo è tutto merito degli ormoni ed in modo particolare della dopamina che quando viene rilasciata dona la stessa sensazione di benessere e appagamento che si prova dopo l’assunzione di una droga.

La dopamina agisce sui circuiti cerebrali del sistema limbico e di quello prefrontale allentando i freni inibitori che sono determinati di solito da stress e paure questo ci porta ad essere più predisposti verso comportamenti prosociali che a loro volta aumentano la sensazione di benessere. 

Sempre attraverso questa ricerca è stato scoperto che le aree del cervello attivate durante la fase dell’innamoramento sono due la corteccia prefrontale mediale, che agisce sul controllo, e il nucleus accumbens che invece è responsabile del piacere e della ricompensa. Durante il primo incontro intimo l’attivazione di queste due aree innesca nel cervello una vera e propria scossa elettrica.… passionale.

La comunicazione tra queste aree potrebbe inoltre essere favorita dall’ormone dell’amore ossia l‘ossitocina, un ormone prodotto dall’ipotalamo molto importante per le relazioni sociali. A quanto pare ossitocina e alcool hanno lo stesso effetto sul nostro organismo e ci aiutano a far sembrare le situazioni sociali spiacevoli meno spiacevoli. Questi ormoni quando attivati permettono al nostro organismo di vivere le sensazioni in modo molto più amplificato rispetto a quanto facciamo di solito, è il caso di dire che possiamo drogarci d’amore.

Drogati d’amore si ma non ossessionati per l’altro. Queste scoperte ci consentono di affermare che questa sensazione di benessere èpuò essere benefica non solo ed esclusivamente per chi si innamora ma può essere d’aiuto a tutte quelle persone che hanno difficoltà a relazionarsi con il mondo esterno.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Intimità:La frequenza con cui si hanno rapporti intimi dipende dalla relazione