Post Partum: I consigli per far vivere al meglio l’estate ai neonati

0
4
(istock)

L’estate lo sappiamo bene ci rende molto più attenti alla nostra salute e soprattutto a quella del nostro bambino a causa dell’eccessivo caldo e dei sempre più forti raggi solari. Per proteggerlo al meglio soprattutto se sono i suoi primi mesi di vita la Società Italiana di Neonatologia ha stipulato un vademecum per aiutare noi genitori nella cura verso il nostro bambino.

I consigli per far vivere al meglio i mesi estivi al neonato

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Post Partum: Ecco come fare il massaggio giusto per eliminare le coliche

Senza dubbio la prima cosa che dobbiamo sempre avere in mente e riaccordarci è che il neonato non è in grado di regolare da solo la propria temperatura corporea, come facciamo noi adulti attraverso al sudorazione, per questo è importante evitare di fargli subire degli sbalzi di temperatura.

E’ inoltre importante ricordare che il neonato soffre il caldo proprio come noi per questo dobbiamo evitare di coprirlo in  modo eccessivo e stando attenti a scegliere vestiti che siano molto leggeri e freschi prediligendo vestiti di cotone o comunque fibre naturali evitando assolutamente quelle sintetiche.Inoltre per monitorare la sua temperatura possiamo toccargli il torace e le manine che non devono mai essere troppo caldi.

Con l’estate sappiamo bene che purtroppo arrivano anche le zanzare e per proteggere il nostro bambino da questi fastidiosi insetti possiamo utilizzare la zanzariera da mettere sulla carrozzina ed evitare di frequentare i luoghi dove questi animali possono essere presenti.

Con l’estate arriva anche la voglia di andare al mare che fa enormemente bene anche al nostro neonato dobbiamo solo fare attenzione ad alcune cose. Innanzitutto bisogna evitare le ore più calde e assolutamente non esporlo ai raggi diretti del sole, proteggerne la pelle con vestitini chiari e leggeri e coprire la testa con un cappellino.

Se invece siamo più amanti della montagna dobbiamo stare solo attenti a non superare certe altezze, non superare i 2000 metri, ed evitare spostamenti troppo brevi che non consentono al  bambino di abituarsi ai cambiamenti fisiologici che il cambio di altitudine richiede.

Aspetto ugualmente importante è permettere al neonato di effettuare viaggi in macchina anche lunghi, l’importante è stare attenti a garantire al piccolo le migliori condizioni climatiche e quindi evitare di viaggiare nelle ore più calde della giornata.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Post Partum: il neonato e la congiuntivite, cause rimedi e cure