Home Maternità Essere Genitori: Fino ai due anni niente zucchero ai bambini

Essere Genitori: Fino ai due anni niente zucchero ai bambini

CONDIVIDI
(istock)

Un recente studio america ha pubblicato che l’eccessiva quantità di zucchero che il bambino assume può comportare la comparsa di malattie cardiovascolari già durante l’adolescenza per questo è importantissimo fare in modo che la concentrazione di zuccheri assunti dal bambino sia ridotta soprattutto nei primi due anni di vita.

Fino a due anni niente zucchero ai bambini

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Essere Genitori: In aumento l’insonnia nei bambini ecco le cause

Secondo uno studio americano lo zucchero al di sotto dei due anni sarebbe “nocivo” per i bambini, mentre dai 3 ai 18 anni sarebbero consigliati solo 6 cucchiaini al giorno per un totale di 25 grammi.

Si è arrivati a questa conclusione perchè purtroppo i bambini di oggi  consumano circa il triplo della quantità di zucchero necessaria al nostro organismo. Questo eccessivo consumo comporta la comparsa di malattie cardiovascolari e metaboliche con gravissime ripercussioni sulla salute dei nostri figli già da piccoli.

Lo zucchero che viene messo “sotto accusa” non è quello contenuto naturalmente negli alimenti ma quello che viene aggiunto durante la preparazione dei cibi:  saccarosio, glucosio, fruttosio, miele, sciroppi. Nel leggere queste cose la mente viaggia velocemente verso tutto ciò che è dolce come i gelati, le caramelle, i biscotti e le torte, in realtà però esistono dei cibi insospettabili che contengono zucchero come ad esempio i panini per gli hamburger, il thè freddo, le bibite gassate e le stesse bevande energetiche per chi fa sport.

Quindi più l’alimentazione giornaliera è ricca di zuccheri più si corre il rischio di cadere nell’obesità, nell’ipertensione e nel diabete. Da qui l’urgenza da parte dei medici statunitensi appartenenti all’ American Heart Association di stabilire delle linee guida che potessero aiutare noi genitori a prenderci cura della salute dei nostri figli.

Il divieto di non somministrare gli zuccheri fino ai due anni nasce quindi da due considerazioni, i bambini di quell’età non hanno un bisogno fisiologico di assumere lo zucchero in quantità eccessive e perchè è in questa fascia d’età che il piccolo inizia a formare il gusto e quindi è bene non abituarlo a sapori troppo dolci.

Dobbiamo quindi stare attenti a quali alimenti somministriamo al nostro bambino e fare attenzione se contengono o meno zuccheri aggiunti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Riconoscere e curare le malattie esantematiche nei nostri bambini