Home Bellezza Capelli Tenere pulite le nostre spazzole: i metodi su cui puntare

Tenere pulite le nostre spazzole: i metodi su cui puntare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:34
CONDIVIDI
iStock Photo

Il primo step per quanto riguarda tutto ciò che concerne la cura della nostra bellezza è sempre uno: l’igiene! Non esiste make up da sogno senza un viso correttamente deterso, un profumo vincente senza una pelle pulita e, ovviamente, capelli da principessa senza la giusta pulizia.

Per questi ultimi in particolare non è solo questione di shampoo, maschere e affini ma anche degli strumenti che utilizziamo. Avete idea dello sporco che può accumularsi su una normale spazzola per capelli? Togliere quelli che rimangono impigliati non basta per garantirne l’igiene. CheDonna.it oggi vuole dunque insegnarvi tutte le tecniche più utili per mantenere le vostre spazzole per capelli pulite alla perfezione e, dunque, pronte a regalarvi chiome luminose e super glamour.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –>La spazzola lisciante a vapore, ideale per capelli ricci o ribelli

Come tenere pulita la tua spazzola per capelli

Tra le setole delle nostre spazzole non si annidano solo capelli, forfora e grasos della cute ma anche acari che minacciano la salute della nostra chioma e, a lungo andare, possonoc ausare pruriti e infezioni. Capite dunque quanto sia essenziale garantire una corretta igiene delle nostre spazzole?

Ecco in proposito alcune mosse vincenti:

1 – Togliere i capelli 

E’ il gesto base chepiù o meno tutte compiamo regolarmente, possiamo aiutarci con i denti stretti di una spazzola e, eventualmente, con una forbice che li tagli rendendo più semplice la manovra.

2 – Ammollo

No, nonbasta una veloce passata sotto l’acqua. Per pulirla al meglio, al nostra spazzola necessita di almeno un’ora di bagno con acqua calda, bagnoschiuma e qualche cucchiaio di bicarbonato di sodio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –>Ad ogni capello la sua spazzola 

3 – Spazzolino

Dopo l’ammollo sfregate bene le setole con un vecchio spazzolino così da rimuovere davvero ogni impurità, per piccola che sia.

4 – Asciugatura

Riponete la spazzola a testa in giù su carta assorbente per almeno una notte (potete aiutarvi anche con unt ermosifone) così da evitare che l’acqua possa accumularsi alla base della spazzola rilasciando umidità e cattivi odori.

Ogni quanto fare tutto ciò? Almeno una volta al mese. Fidatevi, ne varrà la pena!