Essere Genitori: La sindrome dell’occhio secco nel bambino cause e rimedi

0
1
(iSTOCK)
(iSTOCK)

E’ una notizia piuttosto recente e allo stesso tempo allarmante sembrerebbe che l’uso eccessivo dei materiali elettronici come smartphone e tablet stia facendo proliferare nei bambini quella che viene definita la sindrome dell’occhio secco. 

La sindrome dell’occhio secco e l’eccessivo utilizzo dei materiali elettronici

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Essere Genitori: Il piccolo balbetta, che fare?

L’organizzazione mondiale della sanità ha definito questa sindrome come il disturbo più diffuso e contemporaneamente più sottovalutato della società moderna e la colpa è propria legata all’eccessivo utilizzo delle nuove tecnologie da parte dei più piccoli.

La sindrome dell’occhio secchio è un disturbo molto frequente nell’adulto ed è dovuto ad una scarsa e ridotta produzione della lacrimazione dell’occhio: le ghiandole dell’occhio a causa di una parziale atrofia o a causa di una alterazione ormonale non sono in grado di produrre la corretta quantità di liquido lacrimale rendendo appunto l’occhio secco.

Nel bambino questo disturbo è legato all‘eccessivo utilizzo del tablet o del cellulare mettendosi così a rischio di sviluppare precocemente questa sindrome. Questo disturbo può favorire la comparsa di alcuni disturbi quali: sensazione di bruciore , la sensazione di avere un corpo estraneo nell’occhio, eccessiva sensibilità alla luce, difficoltà ad aprire la palpebra al risveglio, annebbiamento della vista e dolore.

Il rischio che possa comparire questo disturbo nel piccolo è strettamente collegato alla quantità di tempo che passa di fronte agli strumenti elettronici, più il tempo è prolungato e più il rischio è maggiore, infatti passare troppo tempo a guardare uno schermo ad una distanza non ottimale o troppo ravvicinata può far male alla vista. Questo avviene perchè, come sostengono gli oftalmologi, di norma sbattiamo le palpebre 15 volte al minuto mentre se usiamo i dispositivi elettronici come la tv o il computer la nostra palpebra fa questo movimento circa la metà delle volte, questo determina una eccessiva evaporazione e una ridotta produzione di liquido lacrimale.

Inoltre alcuni studio mostrano come siano esposti ad un maggiore sviluppo di questa sindrome tutti quei bambini che vivono in città in quanto hanno possibilità di giocare o di stare all’aria aperta. Per cercare di rimediare e curare l’occhio secco bisogno eliminare l’uso dei dispositivi elettronici sembra infatti che siano necessari 30 giorni affinchè i sintomi di questo disturbo spariscano completamente. Ecco perchè è ben dosare adeguatamente il tempo che i piccoli passano davanti ai cellulari.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Essere Genitori: Allergie, attenzioni alle punture di insetti