Home Salute e Benessere Psiche Psiche: La tecnologia, internet e le nuove dipendenze

Psiche: La tecnologia, internet e le nuove dipendenze

CONDIVIDI
(istock)

L’uso sempre maggiore e più incessante delle tecnologia sta portando allo sviluppo di nuovi disturbi psicologici tra i quali si annovera l’internet gaming disorder, una nuova dipendenza psicologica.

L’internet gaming disorder e le nuove dipendenze

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Il disturbo borderline di personalità

L‘internet gaming disorder è una nuova dipendenza che si sta diffondendo rapidamente tra i più giovani e gli adolescenti con gravi ripercussioni sulla vita relazionale e sociale. Non si può parlare di un effettivo disturbo psichiatrico, ma il DSM lo ha inserito all’interno delle nuove dipendenze e lo si può per lo più definire come un disturbo psicologico e può essere associata a diversi e diversificati quadri diagnostici  clinici. Si parla di dipendenza quando la maggior parte del tempo e delle energie di una persona vengono impiegate nello stare collegati alla rete internet.

Caratteristiche dell’internet gaming disorder

In modo particolare la dipendenza da internet si ha nel momento in cui il soggetto sente un impulso compulsivo che lo porta a giocare perdendo via via interesse per tutto ciò che lo circonda tanto da isolarsi e chiudersi all’interno di un mondo virtuale. I sintomi sono esattemente come quelli tipici delle dipendenze in generale e sono: craving( il bisogno di consumare la “sostanza”), l’astinenza e sbalzi d’umore. L’aspetto particolare di questo tipo di dipendenza è essenzialmente l’assenza di una “sostanza” attivante ed il fatto che la “compulsione” ed il bisogno provengono da un’attività socialmente accettata e riconosciuta.

Alcuni studiosi sostengono che questa nuova dipendenza sia legata sostanzialmente alla diffusione sempre maggiore di mezzi elettronici portatili che ormai costituiscono una parte integrante della nostra vita. Risale a qualche anno fa la definizione dei fattori che possono portare alla comparsa di questo disturbo e tra questi ci sono: la tendenze a scegliere giochi in cui si possono ottenere delle ricompense; l’uso del gioco per compensare i propri bisogni e i propri dispiaceri; l’interesse per le sfide e soprattutto l’evitamento della vita reale. Il giocatore si trova totalmente immerso nel mondo virtuale e ottiene da questo un elevato senso di euforia, non riesce inoltre a staccarsi dal gioco e anzi il solo pensiero gli genera ansia.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Le emozioni e la loro influenza sui ricordi