Home Cultura

Bruce Springsteen canta un inno contro Donald Trump!

CONDIVIDI

L’otto novembre 2016 ha segnato un forte cambiamento nella storia degli USA e nel panorama politico mondiale, parliamo infatti dell’elezione a Presidente degli Stati Uniti d’America dell’imprenditore Donald Trump.

Figura quest’ultima alquanto controversa ed eccentrica che ha diviso l’elettorato americano, arrivando poi alla sconfitta di Hillary Clinton, sostenuta dal Presidente uscente Barack Obama.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Veterinaria iraniana bloccata in Costa Rica dall’ordine esecutivo di Donald Trump

Questo nuovo personaggio politico è stato molto criticato durante tutta la sua campagna elettorale, non soltanto dal mondo politico ma anche da personaggi del panorama dello spettacolo.

Bruce Springsteen canta contro Donald Trump

Infatti il povero Donald ha ricevuto critiche altisonanti tra le ultime, e forse la più curiosa, quella di una canzone di Bruce Springsteen contro il nuovo Presidente USA.

Il cantante americano soprannominato “The Boss”, agguerrito sostenitore di Obama e Hillary ha accettato di cantare questa canzone il cui testo è stato scritto dal rocker Joe Grushecky, il quale in un’ intervista al Rolling Stone ha dichiarato di aver inviato il testo della canzone a Bruce, al quale è piaciuta.

Successivamente ha chiesto alla rockstar di cantarla e lui ha accettato, com’era prevedibile se pensiamo che dopo l’elezione di Trump, in un’intervista The Boss ha chiamato il nuovo presidente degli Stati Uniti con l’appellativo di “imbecille”.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:  BRUCE SPRINGSTEEN: si improvvisa artista di strada

Sembrerebbe che Grushecky abbia scritto il brano dopo alcune affermazioni poco felici di Trump nei confronti di persone diversamente abili, il fatto ha toccato molto il rocker che ha in famiglia persone con bisogni speciali.

Il brano si intitola “That’s what makes us great”,  ed è un vero e proprio inno contro Donald Trump, vi citiamo alcune parole del testo:” Non dirmi una bugia e vendermela come un fatto, ho già percorso quella strada e non ci tornerò”.

Chissà come avrà preso la notizia di questa canzone Donald, l’avrà ascoltata ironizzando oppure non l’avrà presa troppo bene?