Home Maternità

I bambini e la loro libertà…ecco cosa devono essere liberi di fare

CONDIVIDI

I bambini hanno bisogno di regole che li aiutino a capire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, questo però non significa che non debbano sperimentare da soli alcune sensazioni o esperienze che noi genitori dobbiamo lasciargli fare.

La libertà dei bambini!

Spesso siamo portati a dire frasi tipo “sei troppo piccolo non lo puoi fare”, oppure “smetti di fare il bambino ormai sei grande”…cerchiamo di valutare bene quando utilizziamo queste affermazioni.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Essere genitori: l’età dei perché…quando inizia e a cosa serve

Infatti in alcuni casi il bambino deve essere libero di sperimentare anche se a noi può sembrare non appropriato al momento o alla loro età.

Vediamo quello che i bambini devono essere lasciati liberi di provare.

Per favorire lo sviluppo della loro autonomia, lasciateli liberi di fare da soli  tutto ciò che è alla loro portata vale a dire, mangiare, bere, vestirsi…ogni volta che loro riusciranno da soli in una di queste piccole cose sarà una grande conquista.

Lasciateli liberi di scegliere il tutto sempre rapportato alla loro età, quindi se andate in vacanza non chiedete al bambino se vuole il mare o la montagna, ma chiedetegli quali giochi vuole portare in vacanza…lui si sentirà importante ma il luogo dove andare lo sceglierete voi.

Come possono avere paura del buio allo stesso tempo crederanno a fate e folletti, a Babbo Natale ecc..ecc.. bene assecondateli lasciate spaziare la loro fantasia anzi cercate di stimolarla, tanto passati i 6/7 anni di età inizieranno a razionalizzare da soli e tireranno le loro conclusioni.

Sperimentare i sentimenti

Devono provare sentimenti come la rabbia, ad esempio se stanno usando le costruzioni ma hanno problemi e buttano tutto all’aria cercate di capire il loro punto di vista: volevano costruire una cosa specifica e non ci sono riusciti, lasciateli sfogare dell’inquietudine che provano e poi indirizzateli verso un altro gioco per farli calmare.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Cinque consigli su come gestire la rabbia dei bambini

Lasciateli liberi di provare la paura, crescendo avranno consapevolezza di più cose per cui improvvisamente inizieranno ad avere dei timori che prima non avevano, assecondateli se vogliono essere accompagnati in camera a giocare oppure la notte vogliono la luce accesa. Vedrete che i timori andranno via da soli.

I bambini si annoieranno seduti ad un ristorante per due ore e allora inizieranno a fare capricci non rimproverateli devono esprimere il loro disagio, come è giusto che provino la noia, trovate un diversivo per distrarli.

Altri sentimenti importatnti sono la nostalgia e la tristezza devono capire che sono emozioni passeggere e che tornerà poi uno stao di serenità. Stesso discorso vale per sentimenti come la simpatia e l’antipatia non pretendete che i vostri figli giochino con tutti, perché magari quel bambino non gli sta simpatico, rispettate ciò che provano, troveranno da soli un equilibrio.

In ultimo ricordate come regola base c’è quella di prendere sempre sul serio vostro figlio anche quando vi sta raccontando una cosa irreale, per lui è importante e vera …credetegli! Come anche se oggi tornando da scuola non vi vuole raccontare nulla, lasciatelo stare ma non smettete di fargli domande.

Ecco come lasciare liberi i bambini di sperimentare le loro capacità e i loro sentimenti.