Home Coppia

Coppia: essere vittima di una forma subdola di violenza emotiva

CONDIVIDI
Photo by iStock

A volte inconsapevolmente in coppia, possiamo essere vittime di una violenza emotiva un fenomeno che interessa soprattutto le donne.

Si tratta di una forma subdola e nascosta di violenza emotiva, che a causa del partner, si insinua nel rapporto di coppia destabilizzando nel profondo la vittima.

Ma scopriamo di cosa si tratta e soprattutto se ne siamo stati vittime in prima persona.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Coppia: innamoratevi di chi sa amare se stesso, vivrete una relazione felice 

 Come si manifesta la violenza emotiva nella coppia e come si riconosce

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Problemi di coppia: per rendere la coppia felice non nascondere le emozioni al partner 

La violenza nella relazione di coppia, non interessa soltanto la sfera fisica ma anche quella emotiva, e può palesarsi in famiglia, in ambito lavorativo ma soprattutto, come osservano gli studiosi tra due partner.

Si tratta di una vera e propria manipolazione della mente a cui una persona sottopone l’altra. Avete presente quando il partner vi mette in bocca parole che voi  ricordate di non aver mai detto, ma ve lo dice con tanta sicurezza e veemenza che alla fine vi ritrovate a dubitare di voi stesse, pensando di non ricordare più di aver proferito quelle parole? Questo è un esempio di come l’altro possa condizionare la nostra mente e abusare emotivamente di noi.

Il ‘carnefice’ che è abituato ad agire sull’altro in questo modo e ripetutamente, arriva a minare la sicurezza psichica ed emotiva dell’altro, facendolo diventare vittima di un gioco perverso e di un vero e proprio abuso emotivo.

Subendo questo tipo di fenomeno infatti veniamo portati a distorcere la realtà che ci circonda, soprattutto quella ristretta che si sviluppa attorno alla coppia.

In questo modo però, diventiamo vittime del partner, ma anche di noi stesse e una volta persa la lucidità e la sicurezza in noi stessi, cominceremo a dubitare delle nostre percezioni, delle nostre capacità decisionali e ci rifugeremo in quello che per noi, bugia dopo bugia, diventerà sempre di più un nostro punto di riferimento, il carnefice, colui il cui obiettivo era proprio soggiogare la nostra mente e gestire la nostra emotività a suo favore.

Questo accade molto spesso per quanto riguarda il tradimento. Le donne hanno un sesto senso, che troppe volte non seguono, ma che capta quando sta accadendo qualcosa nella relazione. Allora si cercano indizi, si fa attenzione ad ogni particolare e quando si è certe di aver beccato in flagranza il partner, ecco che lui, messo di fronte alla verità, riuscirà a manipolare la nostra mente, convincendoci del contrario e addirittura in alcuni casi limite potrebbe anche spingere la vittima a provare un senso di colpa per aver mosso accuse infondate.

Stiamo molto attenti a tutti i tipi di manipolazione psicologica a cui a volte veniamo sottoposti, le parole fanno male e soprattutto difficilmente riescono ad uscire dalla mente e dal cuore, una volta che hanno colpito.