Home Maternità

Post partum: Il mughetto cosa è e come curarlo

CONDIVIDI
(IStock)
Il mughetto è un‘infezione che colpisce spesso i neonati ed è provocata da un fungo la “candida albicans”. Generalmente si presenta all’interno della mucosa della bocca attraverso delle macchie o placchette  piuttosto piccole e di colore biancastro.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Il singhiozzo del neonato cause e rimedi

Il mughetto nel neonato

Il mughetto è un fungo che normalmente è presente nella nostra flora batterica, e nelle condizioni di equilibrio delle difese immunitarie è tenuto sotto controllo dalla flora batterica “buona”. Quando però le difese immunitarie si abbassano la flora batterica buona diminuisce lasciando libera attività ai batteri di proliferare.

Nel caso del mughetto l’infiammazione colpisce la bocca ed in modo particolare la lingua,  il palato, la superficie interna delle guance e delle labbra. Queste piccole macchie ad un occhio poco esperto sembrano i residui del latte ma ovviamente non è così anche perchè se grattate non vanno via. Il mughetto non è un’infezione preoccupante infatti se preso in tempo e ben curato tende a scomparire dopo una settimana.

Le cause della sua comparsa possono essere fatte risalire a due fattori: un sistema immunitario ancora poco efficiente oppure può contrarla dalla mamma. Durante il parto il neonato passa attraverso il canale del parto e se la mamma ha una leggere candita può trasmetterla al piccolo.

Per quanto riguarda le cure e i rimedi possiamo, in attesa di portare il piccolo dal pediatra, attraverso l’uso di una garza fare delle applicazioni con acqua e bicarbonato sulla mucosa orale del bambino. Il pediatra se confermerà il mughetto sicuramente consiglierà l’uso di un antimicotico. Questo medicinale oltre ad essere applicato al bambino deve essere applicato anche sui capezzoli della mamma prima e dopo la poppata, se la mamma allatta al seno altrimenti non è necessario.

Molto importante sterilizzare anche i ciucci, visto che i batteri del mughetto muoiono intorno ai 55° è bene far bollire i ciucci e le tettarelle del biberon.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Lo svezzamento tutto quello che c’è da sapere