Home Maternità

Gravidanza: quali tisane è meglio evitare durante i nove mesi

CONDIVIDI

 

Le tisane sono un ottimo rimedio naturale e vengono utilizzate per curare o migliorare molti disturbi o malesseri. Questo è vero in condizioni normali, ma durante la gravidanza è bene prestare attenzione a quelle che si decide di bere.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Se la mamma mangia male il bambino è a rischio?

Tisane in gravidanza? si ma non tutte!

La gravidanza come si sa oltre ad essere il periodo più importante nella vita di una donna rappresenta anche un fase di enormi ed importanti cambiamenti fisiologici che investono al futura mamma, e questo avviene soprattutto nei primi tre mesi della gestazione. Ecco perchè in questo periodo è bene prestare attenzione non solo a ciò che si mangia, ma anche a ciò che si beve, e le tisane non fanno eccezione.

Assolutamente da evitare in gravidanza è la tisana all’aloe vera: perchè le sue proprietà stimolanti potrebbero portare  danni al feto ed indurre l’aborto. La tisana all’artemisia anche è da evitare perchè può causare dei difetti alla nascita. Mentre al tisana all’artiglio del diavolo ha delle proprietà che agiscono sulla stimolazione della muscolatura uterina. Sconsigliata anche quella alla liquirizia per i suoi effetti eccitanti che si riversano sull’aumento della pressione sanguigna.

Tra quelle che si possono assumere senza dubbio c’è quella alla camomilla. La camomilla ha delle proprietà lenitive e antispasmotiche che aiutano a rilassare i muscoli determinando una sensazione di benessere e rilassamento. Molto utile anche al tisana alla salvia che consente di alleviare il senso di affaticamento provato spesso dalla futura mamma. questo grazie alle sue proprietà antiinfiammatorie. Per contrastare la nausea ed il vomito possiamo bere una tisana alla menta.

Ma come capire quale tisana possiamo assumere e quale evitare? Basta scegliere le tisane più tradizionali e maggiormente conosciute, evitiamo di creare da sole nuove ricette,  e  rispettare sempre le dosi consigliate.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Voglie in gravidanza cosa sono e perchè vengono?