Home Fitness

Fitness: tonifichiamo glutei e pancia con la flui ball

CONDIVIDI
(Web)

Se stiamo pensando di voler tonificare i glutei e la pancia allora non dobbiamo farci scappare questo nuovo strumento fitness: la fluiball. Questa è una sfera di peso variabile ed è riempita da un liquido dal colore fluo , simile all’acqua, che ne determina l’instabilità. Ed è proprio questo fluido e la sua instabilità a rendere particolare questo attrezzo rendendo l’allenamento più funzionale e maggiorante efficace.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Tonifichiamoci con la palla medica

Tonifichiamoci con la fluiball

Esistono diversi tipi di flui ball a seconda del peso: dai 500 gr, che viene usata per gli esercizi riabilitativi e fisioterapici, ai 12 kg per gli esercizi più impegnativi. Per chi è alle prime armi è meglio scegliere la flui ball da 2 kg.  Per riconoscere il peso basta guardare il colore del liquido contenuto nella palla che varia a seconda del peso e della grandezza della sfera.

Gli esercizi svolti con questa sfera ci premettono di sviluppare e favorire una maggiore reattività muscolare e favorendo inoltre la capacità di riconoscere la posizione del nostro corpo nello spazio. Inoltre la flui ball consente di tonificare i muscoli, rafforzare le articolazioni e bruciare le calorie in eccesso. Tutto questo è dato dalla presenza all’interno della sfera del liquido che rende l’attrezzo instabile costringendoci ad un maggiore sforzo per poter compiere gli esercizi in modo corretto.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Come correre senza farsi male

E’ possibile svolgere due tipi di allenamento: uno di tipo funzionale detto appunto fluifunctional e l’altro detto fluimove. Con il fluifuctional si lavora in modo tale da potenziare la muscolatura attraverso una serie di esercizi che non sono ripetitivi e meccanici, ma al contrario complessi e articolati in tutte le direzioni. Con il fluimove invece vengono messi in atto una serie di movimenti fluidi e armonici grazie all’ausilio della musica, si tratta quindi di esercizi più coreografici. Non è necessario aumentare l’intensità del lavoro , ma è l’instabilità della sfera che permette di aumentare i battiti cardiaci favorendo in questo modo il consumo delle calorie.