Home Make Up

Correttore e occhiaie: quando sbagliamo senza saperlo

CONDIVIDI
iStock Photo

Occhiaie, quell’ombra scura che incupisce il nostro sguardo e ci fa apparire stanche, un po’ invecchiate e decisamente poco affascinanti. Per noi donne sono un vero e proprio incubo, una di quelle imperfezioni che stentiamo ad accettare e che cerchiamo di combattere con ogni arma a nostra disposizione. La fissazione è tale che spesso, anche per una piccola ombra naturale, siamo in grado di far scendere in campo un vero e proprio arsenale.

Creme, patch freddi, sieri, trattamenti e, ovviamente, correttori. Questi ultimi in particolare sono la nostra ancora di salvezza ma non sempre ci garantiscono il successo. Perché? Probabilmente per il fatto che, nonostante il nostro esser molto agguerrite, non sappiamo sfruttare al meglio la nostra arma migliore. Alcuni errori possono così minare la nostra strategia di lotta alle occhiaie. Scopriamo quali sono e come evitarli.

Correttore e occhiaie: errori da evitare

Scopriamo dunque alcuni degli step che noi donne più comunemente sbagliamo quando, armate di correttore, proviamo a coprire le odiate occhiaie. Altri consigli e spiegazioni dettagliate potrete trovarli nel video tutorial di Clio subito dopo la top 6.

1 – Crema – Una crema troppo ricca non permetterà al correttore di aderire, una poco idratante farà creare macchie. Il segreto è dunque trovare la crema più adatta a noi e, soprattutto, applicarla con cura e attendere che si assorba bene prima di procedere all’applicazione del correttore.

2 – Texture – Un correttore troppo secco evidenzierà le imperfezioni, un troppo liquido stenterà a fissarsi e non coprirà bene l’occhiaia. Per chi ha occhiaie poco evidenti andrà benissimo un correttore liquido o in penna, leggeri e solitamente meno coprenti. Per occhiaie più pronunciate sarà bene scegliere un prodotto cremoso, che non scivoli e che quindi si fissi bene coprendo tutto il necessario.

3 – Colore – Il colore giusto farà si che con pochissimo prodotto risolveremo il problema. Per occhiaie pronunciate potrebbe essere necessario usare due colori, un giallo-aranciato per neutralizzare il colore dell’occhiaia e un secondo color carne per uniformare la zona al resto dell’incarnato. Per occhiaie meno vistose potrebbe invece bastare il solo secondo step a patto di scegliere il colore giusto.

4 – Zona di applicazione – Sarebbe bene concentrarsi sulla parte interna dell’occhio. Applicare il correttore fin sotto le tempie accentuerà eventuali segni d’espressione mentre applicarlo nell’angolo interno annullerà ogni ombra.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Make up: dimmi che occhiaie hai e ti dirò che correttore usare

5 – Correttore senza fondotinta – La zona corretta apparirà innaturale e staccata dal resto del viso. Anche una semplice BB cream dopo sarebbe bene applicarla, allo scopo di uniformare il tutto.

6 – Cipria – E’ l’unico supporto che garantisce al prodotto di fissarsi senza andare poi a finire nelle pieghe (problema tra i più comuni per il contorno occhi). Quando dunque siamo soddisfatte dell’applicazione del correttore non dimentichiamo di fissarlo con una polvere leggera e magari tendente al giallo, così da illuminare ulteriormente la zona. Evitate le ciprie bianche, che rischiano di ingrigire la parte, e quelle assorbi sebo che seccherebbero eccessivamente il contorno occhi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Occhiaie scure, come trattarle ed eliminarle con un prodotto sorprendente

 Siete pronte allora per dichiarare guerra alle vostre occhiaie? Le armi le avete tutte, fate solo attenzione a usarle al meglio.