Home Maternità

Essere genitori: sviluppo del linguaggio nei bambini, i libri lo aiutano

CONDIVIDI
(IStock)

Le prime parole pronunciate dal nostro bambino sono sempre un evento estremamente emozionante per noi genitori, le accogliamo infatti con grande gioia. La comparsa delle prime parole non è uguale in tutti i bambini alcuni sono più precoci di altri.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:I bambini e la difficoltà ad accettare la sconfitta

Sviluppiamo il linguaggio con un libro

Molte volte ci chiediamo se noi genitori possiamo fare qualcosa per favorire questa importante abilità. La risposta a questa nostra domanda è si. Secondo un recente studio effettuato negli Stati Uniti stimolare i bambini con la lettura aiuta a sviluppare il loro linguaggio. Secondo questo studio effettuato presso il Centro medico dell’ospedali di Cincinnati sembrerebbe che l’esposizione alla lettura durante il periodo prescolare abbia un ruolo molto significativo sullo sviluppo del  suo cervello.

Per invogliare il bambino verso la lettura possiamo iniziare giocando con lui facendo insieme quello che più gli piace, per poi spostare la sua attenzione verso un libro. L’importante è scegliere il momento più adatto ossia il momento un cui il bambino è più disponibile a partecipare e a condividere. Se ad esempio ha sonno iniziare questa attività non è proprio il momento adatto, cosi come se ha fame è meglio farlo mangiare, rispettare e accogliere questa sua necessità, e poi indirizzare la sua attenzione verso il libro.

Altra cosa importante da tenere a mente quando si decide di intraprendere questa attività è lo stato d’animo del bambino, se è arrabbiato non sarà adeguatamente predisposto a girare le pagine od osservare le figure nel modo adeguato, lentamente, ma lo farà di fretta e con la voglia di “governare” lui il libro. In questa situazione la lettura non sarà un’attività di condivisione nè di rinforzo linguistico.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Come insegnare a studiare ai bambini

Per farlo avvicinare alla lettura possiamo provare lasciando in giro per casa uno o più libri, in questo modo lo faremo incuriosire portandolo a sfogliare da solo le pagine e successivamente si avvicinerà a noi per chiederci a cosa corrispondono quei segni che vede.