Home Pelle

Acqua frizzante, insospettabile alleato per la skincare

CONDIVIDI
iStock Photo

I benefici che l’acqua può apportare al nostro benessere e alla nostra bellezza sono oramai più che noti. Non è un caso se si suol dire che l’acqua è vita: l’idratazione aiuta la pelle a liberarsi delle tossine e di tutto ciò che può causare svariate imperfezioni, ritarda la comparsa delle rughe, rende la pelle più luminosa e aiuta l’organismo a lavorare al meglio. E questi sono solo gli effetti benefici che il magico liquido può aportare alla nostra persona dall’interno. Vi siete mai chieste che cosa può fare agendo esternamente?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Pelle grassa o acneica? Il detergente viso è fai da te

Come l’acqua frizzante aiuta la nostra pelle

A quanto pare infatti non è solo l’atto di bere che può permetterci di sfruttare al meglio il potenziale dell’acqua. In un Paese come la Corea, attento in modo particolare alla skincare e alla bellezza in generale, hanno infatti da tempo iniziato a scoprire i vantaggi che può comportare l’inserimento dell’acqua, in particolare dell’acqua frizzante, nella cura quotidiana del viso.

Partendo infatti dalla quotidiana pulizia si è capito come le bollicine di anidride carbonica contribuiscano in modo notevole a liberare i pori della pelle e favorirne l’ossigenazione. La pelle apparirà più compatta e luminosa ma, soprattutto, lo sporco viene eliminato in modo decisamente più efficace.

Da non trascurare inoltre il vantaggio di non far incontrare la nostra delicata pelle del viso con il calcare che toglie idratazione e aggredisce eccessivamente la pelle.

Inserire dunque l’acqua frizzante nella skincare quotidiana può essere un grande vantaggio di cui ogni tipologia di pelle potrà beneficiare, soprattutto se si saprà adattare tale uso alle specifiche esigenze di ciascuna.

Per le pelli grasse, ad esempio, consigliamo di immergere dierettamente il viso in una bacinella ricolma di acqua frizzante, rimanendovi tra i 10 e i 20 secondi. Il top è riuscire a ripetere il trattamento circa tre volte a settimana mentre, per le pelli nromali, potrà bastare una.

Stessa routine per le pelli più secche che dovranno però mischiare l’acqua frizzante a quella naturale, così da rendere il trattamento più soft, e limitarsi a una immersione a settimana.

Se poi l’idea di immergere totalmente il viso nell’acqua proprio non fa per voi potrete optare anche per una veloce nebulizzazione o per un passaggio dell’acqua frizzante sul viso attraverso un dischetto di cotone. rimedio più soft ma comunque efficace.

Infine perché non potenziare gli effetti benefici dell’acqua frizzante con l’aggiunta di qualche ingrediente extra? Si potrà versare nella bottiglia della camomilla per aumentare l’effetto lenitivo o qualche fettina di cetriolo per renderla astringente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> La maschera in coppetta fai da te: addio punti neri e brufoli

Date dunque libero sfogo a tutte le vostre conoscenze in fatto di fai da te ma non dimenticate mai di aggiungere un tocco di acqua frizzante.