Home Coppia

Coppia: quando la famiglia d’origine è di troppo

CONDIVIDI

Succede spesso che i problemi di una coppia siano causati da ‘agenti esterni’ o meglio dire dai parenti più stretti, come genitori, fratelli o sorelle.

Si dice che quando ci si innamora di una persona, si debba accettare anche il suo contesto famigliare e voler bene alle persone a lui o a lei care.

Accettare però è ben lontano dal concetto di voler bene, perché il bene è un sentimento che non si può provare a comando, mentre il giusto equilibrio con le famiglie d’origine è importante per una coppia.

Ma quale è il giusto equilibrio? Vedersi soltanto alle ‘feste comandate’ o passare le domeniche insieme come una grande ed allargata famiglia?

La verità è che l’equilibrio lo detta il nostro cuore e si dovrebbe avere la libertà di vedersi quando se ne ha davvero voglia, allora tutto andrebbe liscio.

Ma le cose non stanno sempre così, e talvolta le famiglie diventano davvero di troppo e ingombranti, ma soprattutto se la coppia lo permette.

Le persone entrano soltanto quando si lascia una porta bene aperta o anche socchiusa, ma se la si sbarra di pongono dei termini e delle condizioni, nessuno si prenderebbe la libertà di entrare a qualsiasi ora, almeno le persone educate.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Amore o piacere? Che cosa cercano le coppie 

La famiglia diventa ingombrante quando la coppia lo permette

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Coppia: la competitività mina l’amore?

Esistono suocere invadenti, sorelle onnipresenti e mamme troppo premurose così come esistono figli incapaci di vivere lontani dalla routine familiare che avevano da scapoli e per questo la causa dell’invadenza risiede quasi sempre nella coppia stessa.

Quando due persone decidono di sposarsi o di convivere per costruire un futuro insieme, debbono essere certi di aver spezzato catene e cordoni ombelicali con la propria famiglia d’origine e l’unico filo che dovrebbe restare è quello dell’affetto.

Provare affetto per i genitori vuol dire rispettarli e pretendere il giusto rispetto per la propria nuova famiglia. Se non si prova il desiderio di proteggere ‘ il proprio nido’ forse si è interiormente ancora troppo figli e poco adulti.

In un rapporto di coppia sano, non dovrebbe nemmeno porsi il problema dei parenti invadenti, ma se per uno dei partner dovesse diventare un qualcosa di intollerabile, parlarne con l’altro è l’unica soluzione.

Metterete la persona amata di fronte ai propri limiti, ma amarsi significa crescere assieme e aggirare gli ostacoli in modo complice, è il modo giusto di creare una famiglia!